La partigiana Teresa Vergalli alla Biblioteca nazionale centrale di Roma

Martedì 30 gennaio 2024 alle ore 10 all’Auditorium della Biblioteca nazionale centrale di Roma la partigiana Teresa Vergalli parlerà alle studentesse e agli studenti in occasione del Giorno della memoria. Il giornalista Marco Damilano dialogherà con la scrittrice e partigiana Teresa Vergalli, autrice del volume Una vita partigiana, seguiranno le domande degli studenti e delle studentesse e di chi vorrà partecipare all’incontro.

“Avevo sedici anni. A casa ho detto subito che volevo aiutare mio padre e i suoi amici. Avevamo impressa sulla pelle l’avversione per quella violenza e per le angherie che stavamo subendo, i rastrellamenti, i saccheggi, gli incendi, le uccisioni pubbliche: era normale essere sfacciatamente antifascisti”

Teresa Vergalli è una partigiana combattente con il nome di battaglia Anuska. Era una staffetta e percorreva le campagne della Val d’Enza, tra la provincia di Reggio Emilia e quella di Parma, portava messaggi e documenti e guidava dirigenti e responsabili militari da un punto all’altro, curandosi che non venissero intercettati o arrestati. Tra il 1944 e il 1945 si è ritirata in montagna per sfuggire ai rastrellamenti, poi è tornata di nuovo in pianura a organizzare i Gruppi di difesa delle donne per la Resistenza e per l’emancipazione. Terminata la guerra, convinta che la battaglia per i nostri diritti continui ancora oggi, ha scelto di diventare maestra in una scuola della periferia di Roma per contribuire ad accendere il fuoco della coscienza sociale e della solidarietà.

La Biblioteca nazionale centrale di Roma ha pensato di coinvolgere ragazze e ragazzi per ricordare che oggi più che mai dobbiamo affrontare con imparzialità e oggettività tutte le ingiustizie e le iniquità sociali da qualunque Paese della terra provengano senza distinzioni di etnia o religione, nel rispetto del diritto internazionale e della libera autodeterminazione dei popoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati