“La scuola di Mario Lodi” alla Biblioteca nazionale centrale di Roma

La mostra, un omaggio all’importante figura dell’insegnante, pedagogista e scrittore
Redazione - 30 Novembre 2022

La Biblioteca nazionale centrale di Roma ospita la mostra “La scuola di Mario Lodi”, curata dalla Casa delle Arti e del Gioco – Mario Lodi e già esposta in varie città italiane tra il 2015 e il 2022, l’anno del centenario della nascita.

La mostra consiste in un suggestivo percorso fotografico che testimonia, attraverso gesti, sorrisi ed azioni, la vita quotidiana di una piccola comunità di bambini che, insieme al loro maestro, scoprono il mondo e la società. Un omaggio all’importante figura dell’insegnante, pedagogista e scrittore Mario Lodi (1922- 2014) e alla nota esperienza educativa condotta nelle scuole elementari di San Giovanni in Croce e del Vho di Piadena tra il 1948 e il 1978: un punto di riferimento imprescindibile per la pedagogia democratica, che ha contribuito in modo significativo al rinnovamento della pedagogia italiana e internazionale, aprendo nuovi orizzonti alle pratiche di insegnamento.

Novanta immagini tra fotografie, disegni e riproduzione di documenti: un percorso visivo che racconta l’attualità di una didattica attiva e la visione di una scuola basata su valori positivi come la solidarietà, la cooperazione e la collaborazione, in cui ciascun bambino può sviluppare le proprie attitudini e intelligenze, le proprie capacità espressive, creative e logiche.

Questo percorso ci porta dritti all’eredità culturale e pedagogica di un grande maestro, con un messaggio di stimolo e di speranza per coloro che vogliono proseguire nel cammino tracciato dal maestro Lodi. Le immagini esposte sono accompagnate da brevi testi, tratti fedelmente da interviste, articoli, film, giornalini scolastici, relazioni di lavoro e lettere private di Mario Lodi, oltre che dai suoi libri: Il paese sbagliatoC’è speranza se questo accade al VhoInsieme: giornale di una quinta elementareIl mondoGuida al mestiere di maestroL’arte del bambino.

L’inaugurazione avrà luogo giovedì 1 dicembre 2022 alle ore 16:30 presso la sala Macchia della BNCR e interverranno:

Stefano CAMPAGNOLO (Direttore della Biblioteca nazionale centrale di Roma)
Massimiliano FIORUCCI (Magnifico Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre)
Cosetta LODI (Presidente della Casa delle Arti e del Gioco – Mario Lodi e curatrice della mostra)
Francesco TONUCCI (Presidente del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Mario Lodi)
Paola PERUCCHINI (Direttrice del Dipartimento Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre)
Susanna BARSOTTI (Docente di Letteratura per l’infanzia presso l’Università degli Studi Roma Tre)
Anna D’AURIA (Segretaria nazionale del Movimento di Cooperazione Educativa)
Carmela FAVARULO (Associazione Nazionale Cooperative Consumatori – COOP)

L’iniziativa è organizzata dalla BNCR in collaborazione con la Casa delle Arti e del Gioco – Mario Lodi e con il Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Mario Lodi e grazie al contributo dell’Associazione Nazionale Cooperative Consumatori – COOP, del Ministero della Cultura – Direzione Generale Educazione, Ricerca e Istituti Culturali, del Dipartimento di Scienze della Formazione e del Museo della scuola e dell’educazione “Mauro Laeng” dell’Università degli Studi Roma Tre. Inoltre, il Movimento di Cooperazione Educativa – MCE ha concesso il proprio patrocinio all’iniziativa.

La mostra si inserisce nel contesto delle iniziative promosse per il centenario della nascita di Mario Lodi nella capitale, inaugurate dal convegno internazionale di studi “C’è speranza se questo accadde al Vho. Mario Lodi a cento anni dalla nascita”, che si è tenuto presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre il 22 novembre 2022.

Adotta Abitare A

È stata ideata da un gruppo di lavoro della Casa delle Arti e del Gioco – Mario Lodi, coordinato da Cosetta Lodi. Il gruppo è composto da: Barbara Bertoletti, Enrico Platè, Fiorella Ferrazza e Rossella Lodi, con la supervisione pedagogica e scientifica di Francesco Tonucci, pedagogista, amico e collaboratore di Mario Lodi, attualmente presidente del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Mario Lodi. La grafica della mostra è stata curata dall’editore Orecchio Acerbo.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti