Laboratorio di via Bresadola: “nessun disservizio e un miglioramento dell’offerta sanitaria”

La risposta del Commissario Straordinario della Asl Rm2 (ex RmB e RmC) al nostro articolo del 4 maggio
Redazione - 11 Maggio 2016

Il presunto declassamento del Laboratorio di Via Bresadola, annunciato nell’articolo del 04 maggio 2016  “Chiude il laboratorio di analisi di Bresadola”, è frutto di una errata lettura dei processi di innalzamento della qualità dei servizi ai cittadini che la ASL Roma 2 sta attuando. Lo dichiara Flori Degrassi Commissario Straordinario dell’Azienda che ha ritenuto di puntualizzare su alcune affermazioni inesatte proposte nell’articolo.

“In particolare – dichiara il Commissario – l’attività dell’attuale ambulatorio per la Terapia Anticoagulante Orale non solo resterà garantita a Via Bresadola, ma sarà altresì migliorata rendendo più ampi e confortevoli gli spazi di attesa e di visita. Tale attività verrà altresì supportata da un innalzamento ulteriore della qualità delle tecnologie utilizzate. Nessun ‘taglio’ quindi ma anzi un significato miglioramento di una attività assistenziale che resterà nella Struttura di Via Bresadola.

PoliambulatorioViaBresadolaAccanto a questo intervento ci sarà un potenziamento ed una ristrutturazione della attuale Sala Prelievi che sarà ricollocata al piano terra per migliorare l’accessibilità, con una ampia sala di attesa, sistema informatizzato di chiamata, sportelli dedicati per la parte amministrativa, un numero di ambienti di prelievo tale da ridurre sensibilmente i tempi di attesa per il prelievo ed il confort.

La centralizzazione del laboratorio in quanto tale risponde anch’essa ad una logica ormai consolidata, non solo in Italia ma in tutti i Paesi sviluppati dove, per garantire ai massimi livelli la qualità delle prestazioni analitiche, sono state disattivate le strutture che, come il caso del laboratorio di Bresadola, avevano una produttività quantitativamente sotto le soglie di garanzia.

La centralizzazione – conclude il Commissario –  consentirà quindi di offrire ai cittadini che si rivolgono al Poliambulatorio di Via Bresadola un pannello di prestazioni più ampio, comprese quelle di più recente introduzione, con risultati coerenti con gli standard di qualità attuali. Inoltre i tempi di esecuzione e rilascio dei referti saranno uguali a quelli attuali, ed in alcuni casi anche più brevi, peraltro con la garanzia anche del servizio di refertazione on-line sul portale regionale.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti