L’antiquariato in mostra alla Fiera di Roma dal 23 novembre al primo dicembre

Uno sguardo sul settore con i principali protagonisti  
Cristina Colaninno - 24 Novembre 2019

“Roma Antiquaria” apre le sue porte agli appassionati dell’antiquariato, una mostra mercato che coinvolge le migliori gallerie d’arte antiquaria italiane ed estere, unico appuntamento del genere per il centro-sud Italia, diventerà un punto di riferimento per operatori del settore, collezionisti, investitori, appassionati e per chiunque cerchi piacere in arte e bellezza.

Mobili, quadri che spaziano dal Rinascimento italiano e fiammingo alle avanguardie del secolo scorso, stampe, pezzi unici di arredamento, argenteria, ceramiche, vetri, cristalli, bronzi, sculture in marmo, gioielli, orologi, tessuti d’epoca, lampade francesi, smalti di Limoges, il tutto con certificazione di autenticità e lecita provenienza. Curiosità dal mondo, pezzi da collezione, reperti unici riempiranno del loro fascino senza tempo la parte espositiva della manifestazione, che darà anche spazio, con articolate aree dedicate, all’editoria specializzata, al networking e all’approfondimento. A corollario, infatti, un’interessante proposta di iniziative collaterali, che faranno di Roma Antiquaria un vero e proprio percorso culturale dedicato all’arte. Tra queste, tre mostre ricche di opere uniche e accuratamente selezionate:

Automi, colori e pubblicità visionaria nell’universo futurista di Fortunato Depero, una rassegna, curata da Umberto Brusasca (Galleria Matteotti), di circa 40 opere, tra dipinti ad olio, tempere, chine acquerellate e bozzetti a matita per le pubblicità, del genio creativo del movimento futurista italiano, considerato giustamente l’antesignano della pop-art e della pubblicità “moderna”; De Chirico e il suo tempo. Oltre la metafisica: una mostra di 25 opere del periodo dal 1928 al 1950 del pittore metafisico, a cura della bolognese Galleria Cinquantasei, che nei propri spazi in fiera espone anche opere di Balla, Campigli, Capogrossi, Carrà, Cascella, Casorati, Corsi, de Pisis, Depero, Funi, Guidi, Guttuso,  Marini, Martini, Minguzzi, Morandi, Pirandello, Reggiani, Saetti, Savinio, Severini, Sironi; Il Mobile da collezione. L’arte e la storia del mobile dal XIV al XVIII secolo,: una esclusiva selezione, a cura di Fabbri Arte, di pregiate e rare opere di ebanisteria, che illustrano la storia e l’evoluzione dell’arte nel mobile, tra forme, decorazioni e usi.

Ad accogliere i visitatori con le sue forme sinuose, l’elegantissima vettura CISITALIA del 1952, l’ iconografica Lambretta 150D del 1954 a e le foto delle bellezze di Roma e del suo hinterland scattate dall’architetto ed editore Filippo Neri.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti