“Lo sguardo della Sibilla” di Placido Scandurra

Al Centro per l’Incisione e la Grafica d’arte del Comune di Formello un libro e una mostra dedicati al maestro Placido Scandurra
Redazione - 15 Novembre 2022

Al Centro per l’Incisione e la Grafica d’arte del Comune di Formello, via Regina Elena, 3, sabato 19 novembre 2022 alle ore 17,00 ci sarà l’inaugurazione della mostra di grafiche di Placido Scandurra, alle ore 18 seguirà la presentazione del libro “Lo sguardo della Sibilla. Dal Daimon all’anima Mundi: la poetica di Placido Scandurra” di Carla Guidi. – INGRESSO LIBERO

Interverranno: la giornalista Carla Guidi autrice del libro, l’artista Placido Scandurra, il critico d’arte Francesco Giulio Farachi, il curatore dell’evento e direttore del Centro per l’Incisione e la Grafica d’Arte del Comune di Formello, Vinicio Prizia.

La mostra proseguirà nei giorni seguenti fino al 26 novembre 2022. Orario pomeridiano.

Il Centro per l’Incisione e la Grafica d’Arte del Comune di Formello è stato inaugurato nel 2003, ispiratosi alla preziosa tradizione incisoria lasciata dall’artista francese Jean-Pierre Velly considerato uno dei maggiori esponenti dell’incisione del XX°sec. Fondato e diretto da Vinicio Prizia, erede della sua preziosa conoscenza tecnica, è stato concepito per preservare e diffondere la dottrina e la competenza dell’esperienza incisoria maturata in prima persona.

Sorto nei locali del vecchio lavatoio comunale, il Centro svolge attività di valorizzazione delle arti grafiche, del disegno e della stampa d’arte con particolare attenzione all’incisione originale ed alle metodologie grafiche più antiche quali l’acquarello, il bistro e altre pratiche pittoriche anche con lo scopo di esporre opere, oltre agli spazi della sede, utilizzando alcuni prestigiosi locali del Comune di Formello.

Attiva seminari, convegni, corsi, mostre a scopo formativo e promozionale ed ha collaborato a premi internazionali e curato la produzione di opere d’arte. Il Centro è in contatto e collabora con artisti contemporanei di maggior rilievo, con Musei, Accademie, Centri culturali, Enti Pubblici e Privati sia italiani che stranieri e suo tramite sono state attivate importanti iniziative di carattere nazionale ed internazionale attraverso mostre, simposi, corsi, premi e pubblicazioni.

Tra queste

Dar Ciriola
  • Il Seminario di tecniche grafiche con Ector Saunier, Direttore dello Studio Internazionale “Contrappoint” ex Haiter di Parigi.
  • Il Seminario tecnico-pratico per lo studio della litografia giapponese su legno organizzato in collaborazione con l’Istituto di Cultura Giapponese e la collaborazione di 15 docenti dell’Università di Tokio.
  • L’organizzazione e lo svolgimento di tre edizioni del Premio Internazionale ‘Leonardo Sciascia’.
  • Nove edizioni del Premio Estemporanea d’Incisione di Formello.
  • L’ideazione e la realizzazione di mostre con opere dei maggiori esponenti dell’Arte Italiana.
  • Edizioni uniche di raccolte d’incisioni e poesie;
  • Esposizioni di Libri d’artista con rilevanti nomi della Grafica e della Poesia.

In pochi anni dalla sua fondazione, il Centro ha assunto carattere di riferimento nazionale e internazionale. Ciò è testimoniato anche da diverse dichiarazioni di eminenti personaggi del mondo della grafica tra questi Giorgio Trentin, Presidente degli incisori Veneti e Giuseppe Zunica Presidente dell’A.I.E.R Incisori Emiliano Romagnoli.

Placido Scandurra – pittore, incisore e restauratore – è nato ai piedi dell’Etna a Santa Maria di Licodia (CT) nel 1947. Molto ci sarebbe da dire su queste origini e sulla sua carriera, lenta e determinata, verso un successo artistico e culturale, passando dall’essere (ancora ragazzino) prima contadino, poi muratore, poi stuccatore e decoratore, per recarsi poi, appena quindicenne, a Catania, apprendista nello studio del restauratore Giovanni Nicolosi e giovane amico del pittore Antonio Villani. Il servizio militare a Roma diventa quasi un destino, poiché qui completerà la sua formazione artistica, prima all’Istituto Centrale del Restauro, divenendo un apprezzato restauratore e partecipando anche a diverse missioni in Italia ed all’estero. Proseguirà poi con i corsi alla Calcografia nazionale di Roma, infine con il diploma dell’Accademia di Belle Arti, diventerà insegnante di Discipline Pittoriche, riuscendo infine a riunire la famiglia siciliana, portandola con sé a Roma. Per completare infine la sua filosofia e la sua formazione, aderirà al movimento di “Sahaja Yoga” o Yoga spontaneo che Shri Mataji Nirmale Devi aveva fondato in Occidente. Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private e si possono visionare insieme ai numerosi testi critici nel sito – www.placidoscandurra.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti