L’ultimo saluto a Scara: Cristiano Scaramella

Enzo Luciani - 17 Luglio 2022

Sabato mattina,16 luglio 2022, presso la chiesa di San Tommaso D’Aquino si sono tenuti i funerali di Cristiano Scaramella, stroncato da un infarto fulminante mercoledì sera a soli 47 anni.

In tanti hanno voluto e potuto partecipare al rito religioso riempiendo la pur grande chiesa, tanto che si è cercato di far aggiungere delle sedie e sono state fatte indossare le mascherine.

Il parroco Don Domenico si è trovato nuovamente a celebrare una funzione per la sfortunata famiglia Scaramella. Appena due anni fa ci aveva lasciato Piero il papà.

Don Domenico ha accolto volentieri l’invito dei familiari di non far suonare le campane a morto perché Cristiano era gioia e perché come ha spiegato alla platea i funerali “non sono la fine, ma un nuovo inizio che conduce l’anima a percorrere una nuova strada al fianco di Dio”, ecco perché si parla di vere e proprie feste, per accompagnare il defunto alla sua nuova vita, festeggiando così la sua rinascita ed è per questo che si usano i fiori perché simboleggiano questa rinascita.

“Qui siamo di passaggio – ha detto Don Domenico – amiamoci stando insieme e condividendo” e sabato era proprio questa l’atmosfera che si respirava: la voglia di stringersi tutti insieme cercando di condividere il dolore straziante un po’ tra tutti, nella speranza che così potesse essere meno insopportabile e allo stesso tempo per accomunare l’uno con l’altro il ricordo di Cristiano e dei tanti bei momenti trascorsi insieme, perché potevano essere tanti o pochi ma di sicuro erano stati belli sia per chi lo conosceva bene che superficialmente.

Durante la funzione sono stati condivisi dei ricordi in rappresentanza dei colleghi di lavoro, del personale dell’asilo/materna L’Ape Birichina, dell’ultima società di calcio dove per anni aveva giocato e degli amici di una vita (che sabato per l’ultima volta lo hanno accompagnato partendo dal mitico ritrovo sotto la pizzeria di via dei Barbisio).

Tutti gli amici e parenti di mamma Anna, della sorella Serena, della moglie Katia (che da poco ha perso la mamma per il Covid) e dei piccoli Simone e Caterina oltre che dei suoi tanto amati cugini Marco e Daniele, proveranno insistentemente a far sentire la loro vicinanza nel dolore e nel ricordo cercando di restituire in parte quanto hanno da lui ricevuto.

La raccolta fondi per la famiglia

È stata avviata tramite la piattaforma di PayPal una raccolta fondi, qui il link (è possibile donare anche in forma anonima) https://www.paypal.com/pools/c/8LvB1QIXCs

La condivisione del retaggio di Cristiano

Sono una miriade i messaggi che vengono condivisi tramite Whatsapp e Facebook (dove Cristiano non era presente) ma iniziamo la selezione di alcuni di questi partendo però da una decina tra quelli che si possono leggere nello spazio PayPal dedicato alla raccolta fondi e poi via via degli altri.

Dai la forza alla tua famiglia di vivere nella tua assenza. . . noi continueremo a ridere nel tuo ricordo! Ciao Cristia’ –  Emanuela e Marco

Grazie per l’affetto che davi ai nostri bimbi. . . un bacio da Adriano

Grazie per il tuo modo d’essere – Alessandro Bertazzini

Ti ricordiamo sorridente e con la battuta sempre pronta. La dolcezza verso Riccardo, il tuo regalo più bello. – Marco Angelini

Porterò sempre con me la gioia che regalavi a tutti i bambini. Ci mancherai tanto Un forte abbraccio alla famiglia – Anna Maria Monestò

La tua allegria ci ha accompagnato durante le giornate scolastiche, quando arrivavi, passavi anche da noi a salutarci e a rallegrare i bimbi più grandi. . ci mancherai tantissimo, felice di aver conosciuto una persona come te, per sempre nei nostri

Un colpo al cuore . . ti ricorderò sempre per la tua allegria, eri un sorriso in più ogni mattina che varcavo la soglia della scuola con mio figlio Christian . . non ci posso credere . . ci vediamo domani Cri! Ciao bello mio

Dalla famiglia De Pasquale/De Angelis. Non sarà più lo stesso la mattina senza le tue battute. Un abbraccio fin lassù.

Ciao CRI. . . il tuo viso sorridente rimarrà per sempre impresso dentro ai cuori di tutti i bambini e di tutti i genitori. . . . vederti era uno spasso. . la gioia fatta persona un istituzione all’ape birichina! Ciao e Forza Lazio da Nicolas e Dahlia

I nostri cammini si sono incrociati per pochissimo tempo ma è bastato per capire che eri una persona speciale. Ciao Cri

Non lo vedevo da più di 20 anni, ma mi ricordo tutto, delle risate, delle partite, dei tornei vinti insieme con la nostra mitica squadra a Gallipoli. Ci sono delle sue gag inimitabili che ricordo come se le avesse fatte ieri, non faccio che pensarci. Ciao Cristiano, sei un GRANDE. – Danilo Ruggiano

Mi rimarrà il rimorso di non averlo cercato tutte le volte che mi è venuto in mente in questi anni. Poche persone mi sono rimaste dentro dall’adolescenza ad oggi, lui è tra i pochi. Vi voglio bene. Mi si è spezzato il cuore. – Davide Caiaffa

Oggi vedere tutte quelle persone unite per dar lui l ultimo saluto mi ha lasciato un enorme senso di pienezza…. È in linea con l amore che vi è stato insegnato a regalare… – Ilaria

No amico mio quel sorriso e quell’espressione non dovevi togliercela.

Oggi la Pibe de Oro calcio piange, io per primo, perché te sei stato uno degli esempi più belli di quanto questo mondo possa coinvolgerti.

Sei stato la pietra miliare di questa squadra, uno degli 11 giocatori più forti della nostra storia, sicuramente il più simpatico, il più coinvolgente, il più nominato anche anni dopo il ritiro.

Aspettavamo solo te per sentirti dire la “cazz….” di turno su qualsiasi persona ti venisse in mente, solo per attendere l’immancabile “battuta” che mai è mancata. Ed ora come facciamo grande Scara?

Ed ora chi ci farà ridere e divertire nei nostri incontri? No, non dovevi farcelo, questo proprio no… questo scherzo nn ci è piaciuto, per niente.

Ti vogliamo bene, ti vogliamo un mondo di bene e mai potremmo dimenticarti, ciao Cricco, saluta Giammo.
Il tuo pres. Fabrizio Amato

Una personalità come poche: sincero e leale, scanzonato e coinvolgente. Ma nello stesso tempo mai invadente, sempre consapevole del limite che non avrebbe potuto valicare. Lo ricorderò per sempre così, e non solo ora che so che non c’è più. Ha avuto la capacità di rendere spensierato un periodo molto difficile della mia vita, un amico prezioso che porterò sempre nel cuore. – Sandra Rossi

Siamo stati alle elementari insieme….lo ricordo bene,sempre spiritoso e con il sorriso. Un abbraccio alla famiglia – Federica Montesi

Per quel poco che ti ho conosciuto non potrei mai dimenticare il capodanno al Fitzcaraldo dove tu con il tuo modo di fare insieme ai tuoi amici intonavi il coro “voi avete il Matador noi c’abbiamo Mirko Love!!
Addirittura avevi fatto il cartello fuori la stanza “qui dorme Mirko Love” ahahah!! Silvia arrivò e mi chiese chi fosse stato a scriverlo…!!
Ti ricorderò sempre con il sorriso – Mirko Valentino

Era in classe con me alle elementari, le risate che ci ha fatto fare… non ci posso credere, una persona speciale.
L’avevo incontrato qualche settimana fa dal “cinese” e naturalmente mi aveva fatto ridere… – Raffaella Vizzini

Ti ho tenuto in braccio il giorno del tuo battesimo ho giocato con te ti ho cazziato quando ti fermavi sotto casa a chiacchierare fino a mezzanotte ti ho visto crescere mi mancherai ti voglio un mondo di bene – Valter Zanotto

Ciao Cri. La tua allegria era contagiosa… per noi e per tutti i bimbi.
Ci mancherai tantissimo – Manu

Ciao Cristiano pochi giorni fa al bar a ride e scherzare come sempre; la tua gioia il tuo sorriso la tua voglia di vivere che sia sempre un esempio per tutti noi!!! – Giorgio Listo

Sono stato alle medie con lui, in classe erano sempre risate con lui – Pasquale Perfetti

Preferisco soffrire e non dimenticarti mai perché una parte di te possa vivere dentro di me per sempre… ciao cri’ – Andrea Petrini

– “Bella Cry, tutto a posto?”
– “Seeee…..tutto a posto un cazzo!!!”
E già avevi fatto ridere tutti.
Stavolta ci hai fatto proprio un bello scherzo (… del cavolo aggiungerei!!!)… Te ne sei andato in un lampo, nello stesso modo con cui accendevi una discussione, una serata, una rimpatriata. Mi hai ammazzato Cry… hai dato una botta forte a tutti noi!!!!
E mo’ che famo Cry? Come proseguimo? Famo da soli? Lo sai che non semo capaci? Non sarà più la stessa cosa. Con te o senza di te non è lo stesso! Non è come quando facevamo le squadre e puntualmente dicevi “Enzo o palla?”… con Scara nun se pò fà!!!!
Ricordo ancora le parole che mi hai detto dopo il funerale di mio papà: “embè? Pensi che tu padre ve lascia da soli? Ma và và, nun ce pensà proprio!!”… mi piace pensare che con te sia la stessa cosa… nun ce lascià da soli Cry perché da soli nun semo boni.
Se incontri mio papà, salutalo per me… mi piace immaginare che vi state facendo due chiacchiere come quando vi incontravate al quartiere.
Sono passati solo pochi giorni e già mi manchi…. Te vojo bene Cry – Dino Di Donato

Invece il mio personale ricordo di Cristiano Scaramella l’ho già inserito venerdì all’interno dell’articolo più difficile che ho mai scritto in oltre 20 anni di carriera (questa della carriera l’ho messo solo per farti ancora un assist per una tua presa per il culo).
Cristiano sei parte di quello che sono (ok questo potrebbe sembrare un altro assist) e di quello che sarò. Sei in me da quando dopo un colpo di fulmine ci siamo ritrovati a imitare Starsky e Hutch dietro le macchine dove ora c’è il parcheggio della Chiesa a metà degli anni 80 fino a tutto ciò che è successo da mercoledì sera e in tutto quello che sarà.

La Sposa di Maria Pia

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti