Medico picchiato nel suo studio a Roma, sì al processo per l’aggressore

La perizia psichiatrica, ordinata dal gip, ha stabilito che l'uomo può affrontare il tribunale

Era lo scorso Ottobre, quando un uomo di 36 anni ha aggredito brutalmente il professor Francesco Le Foche, il medico immunologo aggredito da un ex paziente nel suo studio di Roma, ora però l’aggressore andrà a processo. Nonostante la diminuita capacità di intendere e di volere al momento del fatto, l’aggressore, un ex pugile, comparirà in tribunale a piazzale Clodio.

È quanto emerso dalla perizia psichiatrica disposta dal gip per l’uomo che ha aggredito Le Foche nel suo studio medico di via Po a Roma.

L’aggressore, che aveva prima colpito il medico con un fermacarte e poi lo aveva preso a calci e pugni, era stato fermato da un poliziotto libero dal servizio che aveva sentito le urla provenire dallo studio del professore, già primario al policlinico Umberto I e impegnato nel contrasto al Covid-19.

L’ex pugile di 36 anni accusato di tentato omicidio aveva provato fino all’ultimo a evitare la cattura. “Ho avuto la fortuna di non vivere l’atto, ho perso subito conoscenza”, disse Le Foche commentando la violenza subita.

Noleggio attrezzature a Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati