Categorie: Cultura Teatro
Municipi:

Il mestiere più antico del mondo al Teatro Quarticciolo

Il 24 agosto 2016, alle ore 21 lo spettacolo in via Ostuni, 8

Il 24 agosto 2016, alle ore 21 presso Teatro Biblioteca Quarticciolo in via Ostuni, 8 Roma, viene rappresentato lo spettacolo Il mestiere più antico del mondo di Gabriella Pacini, con Laura Nardi, regia di Amandio Pinheiro prodotto da Causa Teatro con il sostegno di Vita di Donna, il Melograno e Freedom for birth roman action group.

teatro_quarticciolo_bis_d0Si tratta di “uno spettacolo breve e feroce come una frustata…ha la forza di affondare come una lama in una piaga sanitaria, sociale, culturale.”  Da una citazione di Andrea Porcheddu- Gli Stati Generali.

Anna è un’ostetrica di 45 anni, “fa” partorire in ospedale le donne da 25 anni. Sottopone le partorienti alle pratiche ospedaliere “di routine” senza mai mettere in dubbio il limite tra controllo medico e sadismo. Ma Anna un figlio non lo ha mai avuto, perché su quel lettino da parto non ci si è mai voluta mettere…

Il mestiere più antico del mondo, la prostituzione? Il primato si declina sempre al femminile, ma è l’ostetrica ad averne la supremazia.

Il Mestiere più antico del mondo non è solo uno spettacolo contro la violenza nel parto, ma contro la violenza sulla donna, in questo caso istituzionalizzata ed esercitata quando essa è più vulnerabile.

Uno spettacolo importante per le donne, per gli uomini che le accompagnano e sostengono e per le ostetriche che vogliono sottrarsi alle regole e logiche delle strutture sanitarie.

Lo spettacolo va ad arricchire il già cospicuo cartellone del Teatro Biblioteca Quarticciolo dopo la sua riapertura del 18 agosto, con Ascanio Celestini e Veronica Cruciani in un omaggio a Pier Paolo Pasolini e Elsa Morante.

L’associazione Culturale CAUSA, fondata da Laura Nardi (Attrice) e Amandio Pinheiro (Regista), nasce in Portogallo nel 2005 e viene costituita anche in Italia nel 2011.

Impegnata nella produzione di spettacoli dal vivo e nella realizzazione di Corsi di Teatro per privati, per professionisti, per le scuole, musei, centri di ricerca, per istituti carcerari e per strutture di disagio sociale, l’associazione svolge la sua attività tra l’Italia e il Portogallo in collaborazione con entità pubbliche e private di grande prestigio. Causa è iscritta all’ex albo delle Biblioteche di Roma e all’albo delle associazioni del XVI Municipio.

Laura Nardi
Laura Nardi

LAURA NARDI: Si diploma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica  Silvio D’Amico nel 1995; in Teatro ha lavorato presso il Teatro Stabile di Genova, di Torino e di Roma, dove ha avuto il privilegio di lavorare con Giuseppe Patroni Griffi (Romeo e Giulietta), Eimuntas Nakrosius (Il Gabbiano e Lettere a Lucilio) Luca Ronconi (Atti di Guerra), Benno Besson (Moi), Marco Sciaccaluga(Un mese in Campagna, Le false confidenze, Il ventaglio di Lady Windermere), tra gli altri. Ha partecipato a varie produzioni televisive italiane (Incantesimo, Il Commissario, Morte di una strega, Distretto di Polizia, Ris) e produzioni cinematografiche nazionali e internazionali (Matrimoni di C.Comencini, Sobe adensa esgarça e desce di Eliseo e Neves, In Love and War di R. Attemborough, Qualche nuvola di Saverio de Biagi, Diario di una Mamma Imperfetta di Cotroneo). Dal 2006 lavora come attrice periodicamente anche in Portogallo, per il Teatro Nacional D. Maria II di Lisbona e il Teatro da Trindade. Dal 2011 entra a far parte della compagnia Causa con la quale realizza La terza vita di Vittorio Moroni (premio SiaeAgisEti), Il ponte di pietre e la pelle di immagini (vincitore del Bando I teatri del Sacro II Ed.), Le Storie del Buon Dio (vincitore del Bando I teatri del Sacro III Ed.) . Ha realizzato corsi di teatro presso “A escola da ponte” (una delle cinque migliori elementari al mondo secondo l’Unicef), la Compagnia del Barone Rampante di Borgio Verezzi, l’’Ente Ligure di Formazione e l’Istituto Manassei di Roma.

AMANDIO PINHEIRO. 2008/2011 Fondatore, regista e responsabile artistico, insieme alla regista Monica Calle, del gruppo di teatro del carcere di massima sicurezza EP-VALE DE JUDEUS. 2007/8 – Responsabile artistico del progetto pedagogico TEATRO – SCIENZA del Teatro Nacional D. Maria II Lisbona Dal 2009 é membro del Centro di Filosofia delle Scienze – Universidade de Lisboa. 2006/2008 dirige il Teatro da Politécnica struttura appartenente al Teatro Nacional D.Maria II. 2005 fonda il collettivo CAUSA del quale é il responsabile artistico. Nel 2006 collabora con il giornale del Teatro Stabile di Torino. 1998/2001 frequenta all’Università Nova de Lisbona il corso di Filosofia. Nel 1993 inizia la sua formazione nella scuola Ballet Teatro no Porto nel 94 viene ammesso alla Escola Superior de Musica e Artes do Espectáculo. A Porto lavora con i registi Rogério de Carvalho, Cláudio Cinelli, João Mota, Andrei Sadowski, J. P. Seara Cardoso. Dal 1998 si trasferisce a Lisbona, dove lavora con i registi Mónica Calle, Diogo Dória, Jorge Fraga, Miguel Moreira, Inês Medeiros, Luís Miguel Cintra tra altri. 2000 allievo della Ecole des Maîtres, diretta dal maestro lituano Eimuntas Nekrosius, l’anno successivo viene invitato dal regista a integrare l’elenco del Il Gabbiano. 2001 prima regia a Lisbona Fausto  de Goethe, T.Mann e Pessoa. In Itália lavora con i registi Massimiliano Cividati, Teresa Pedroni, Annalisa Bianco, Virginio Liberti, Fabrizio Matteini; nel UK con William May; in Francia é l’assistente alla regia di Emanuel Demmarcy Mota. Nel cinema in Italia lavora con Vittorio Moroni, Michele Soavi, Catherine Mcguilvrai; Pietro Constantini; in Portogalo con Luís Fonseca, Edgar Pêra, John Lvoff, Ana Eliseu e Matilde Neves. Insieme al lavoro di attore svolge una proficua carriera come regista in Italia e Portogallo: GLI ULTIMI GIORNI DI SOCRATE/GIORDANO BRUNO/GALILEO; NOTTI ROMANE de Giovenal, Propercio e Marciale; NELLA COLONIA PENALE/ K – LA MURAGLIA CINESE/ CONFESSIONI DI UNA VITA FINITA di Franz Kafka; QED di Peter Parnell; FAT PIG di Niel LaBute; TERRA 8 di Paulo Moura; BOSONE DI HIGGS e STUPID DESIGN di David Marçal; NASCERE DELLA EVOLUZIONE di André Levy; LA TERZA VITA de Vittorio Moroni; IL PONTE DI PIETRE E LA PELLE D’IMMAGINI di Daniel Danis, RISCALDAMENTO ILLUMINATO di David Marçal.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati