Osteria del Curato riparte dall’ambiente

Sabato 8 maggio ripuliamo importanti vie del Quartiere, l'invito di Retake e Comitato di Quartiere. Appuntamento alle 9:30 in via Alberto Burri, angolo via Lucrezia Romana
Carla Guidi - 6 Maggio 2021

L’appuntamento è sabato 8 maggio alle 9:30 in via Alberto Burri, angolo via Lucrezia Romana per ripulire importanti strade di Osteria del Curato, dove le erbe infestanti hanno invaso i marciapiedi e si stanno infilando in ogni fessura spaccando la pavimentazione. In mezzo a queste poi si nascondono cartacce e plastiche, nonché sacchetti di varia spazzatura.
Queste incurie, derivate anche dai lunghi periodi di abbandono e degrado ambientale causato dalla pandemia, creano un senso di disagio e spaesamento nei cittadini che vi abitano, che spesso tendono a rassegnarsi con passività fatalista agli eventi.

L’invito di Retake Lucrezia Romana/Comitato di Quartiere Osteria del Curato, è di non assuefarsi allo stato di degrado che non piace a nessuno, ma di reagire con la buona volontà dando l’esempio alle generazioni dei giovanissimi che spesso aderiscono con entusiasmo a queste iniziative, come abbiamo visto (ormai molti anni fa) iniziare a farlo con Puliamo il mondo di Legambiente.

A chi si iscrive a questo link per partecipare all’iniziativa, sarà data una pettorina Retake. Bisogna portare da casa guanti e mascherina personale naturalmente, ma tutto si svolgerà con il distanziamento e il rispetto delle norme anticovid19, inoltre i Vigili e l’Assessorato sono stati preavvertiti.

Nei progetti degli organizzatori, quello di sabato 8 maggio sarà solo il primo di questi appuntamenti e, grazie all’Associazione del Complesso Santarelli, che già da tempo coinvolge l’AMA, è prevista anche l’azione di una idropulitrice per completare l’opera dei volontari.

Bisogna anche sottolineare che l’effetto Lockdown ci ha fatto riscoprire il nostro Quartiere. Come svegliarsi da un brutto sogno, abbiamo tutti ancor più il desiderio di un Mondo migliore e pieno di ossigeno, mentre è diventato intollerabile passeggiare con i nostri figli piccoli o fare jogging in strade piene di rifiuti e di erbacce alte anche un metro.

Persino il Papa si è pronunciato con forza in tal senso e sono note le sue parole, pronunciate in quei momenti veramente drammatici nei quali abbiamo sofferto paura e solitudine – “La protezione dell’ambiente e il rispetto della biodiversità del pianeta sono temi che ci riguardano tutti”,ricorda Francesco: “Non possiamo pretendere di rimanere sani in un mondo malato”.

L’antica via Castimeniense

Noi a Roma fortunatamente abbiamo molti giardini, parchi, ville ed oasi che danno ossigeno alla città, ma anche nella nostra periferia c’è un tesoro di verde, forse salvato dall’assalto indiscriminato del cemento proprio dai percorsi archeologici, non solo importanti, ma unici al mondo.

Adotta Abitare A

«Condividere per agire»

Al Comitato di Quartiere Osteria del Curato va riconosciuto il merito di aver salvato importanti aree per destinarle al verde pubblico, come anche il nostro giornale ha già riferito in un servizio del 2016 dedicato alla bonifica di un’area verde, fatta dai volontari guidati dal presidente del Comitato Elio Graziani e dal vicepresidente Dario Piermarini, mentre fiore all’occhiello è la costituzione della Casa del Quartiere, come raccontato in un mio articolo del 2019.

Le offerte culturali e la cura degli spazi verdi comuni, non più abbandonati al degrado, caratterizzano l’aspirazione, l’identità popolare e la realizzazione concreta di questo Centro Civico Polifunzionale e vorrei citare significative parole del presidente Elio Graziani in data 02 ottobre 2017: «Perché un Comitato di Quartiere? Alla base c’è l’esigenza di costruire relazioni che dotino il luogo dove si abita di una matura identità sociale. Il carattere di un luogo, nel tempo, lo forma chi vi abita. Sono loro, con il proprio agire, i primi artefici delle condizioni di vita sociale. Le loro aspettative e i loro comportamenti sono fondamentali. Sia nel bene, sia nel male. Da ciò, la necessità di costruire percorsi democratici affinché le scelte che incidono sulla vita comune siano il risultato di un confronto largo e strutturato, coerente con regole e principi condivisi. La funzione principe di un CdQ è proprio questa: condividere per agire …

Lo stesso discorso valga per l’Associazione Retake Organizzazione di Volontariato che coinvolge tutta Roma, come si legge nel suo sito:

  • «Retake Roma è un movimento di volontari che ha come scopo quello di ripulire la città eterna dalle scritte sui muri, adesivi e vandalismo. Il decoro urbano di Roma è talmente importante per queste persone che si radunano in gruppi, in base ai vari quartieri di appartenenza e vanno ad effettuare dei veri e propri interventi di ripulitura di muri, marciapiedi, cabine telefoniche e così via. I volontari di Retake sono un vero e proprio esercito di sentinelle del decoro urbano, a presidio del bene comune, della città di tutti. Complessivamente i gruppi all’opera nei vari quartieri della capitale sono 90 con la mobilitazione di 2.500 persone.»

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti