Municipi: , | Quartiere:

Rapina 47enne in via Prenestina, un arresto

L'indagato, che era riuscito a sottrarsi alle autorità, è stato individuato solo di recente grazie a un'intensa attività di ricerca sul territorio

I Carabinieri di Torpignattara hanno proceduto con l’esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare nei confronti di un 24enne, accusato di rapina aggravata in concorso. L’azione è stata intrapresa in ottemperanza a un’ordinanza emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica.

Il soggetto in questione, un cittadino senegalese senza fissa dimora e con precedenti penali, è fortemente sospettato di aver partecipato a una rapina avvenuta la sera del 2 Febbraio 2022, lungo via Prenestina, ai danni di un uomo di 47 anni proveniente dal Bangladesh.

Durante l’aggressione, la vittima è stata circondata da un gruppo di individui, che dopo averla strattonata e buttata a terra, l’hanno derubata del cellulare e di una somma di circa 100 euro, per poi darsi alla fuga.

Il provvedimento di custodia cautelare è il frutto delle indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Roma Torpignattara, sotto la supervisione della Procura della Repubblica di Roma, settore reati gravi contro il patrimonio e stupefacenti, in seguito all’episodio criminoso.

Durante la successiva denuncia, i Carabinieri hanno mostrato alla vittima un fascicolo fotografico contenente immagini di individui con precedenti penali, consentendogli di identificare senza esitazione uno degli autori del reato. Dopo aver raccolto tutti gli elementi indiziari necessari, la Procura della Repubblica ha richiesto e ottenuto l’ordinanza di custodia cautelare.

L’indagato, che era riuscito a sottrarsi alle autorità, è stato individuato solo di recente grazie a un’intensa attività di ricerca sul territorio, e è stato trasferito nel carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati