Municipi: ,

Formalmente corretto, sostanzialmente cretino – Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti? Assenti – Quei dieci parlamentari pd per il “no” – La marcia dei “figliol prodighi” – Salvini e Berlusconi

Fatti e misfatti di agosto 2016

Formalmente corretto, sostanzialmente cretino

“Ciro Galante – a Intra – dopo avere sollecitato per due anni il Comune affinché riparasse il marciapiedi dissestato e pericoloso, davanti al suo esercizio commerciale, alla fine ha deciso di provvedere da solo: ha incaricato una ditta che ha effettuato il lavoro e ha sborsato, di suo, 300 euro più Iva”.

Cittadino da lodare e da ringraziare? Macché. Da multare pesantemente (862 euro perché i lavori sono stato eseguiti senza l’autorizzazione degli uffici tecnici comunali) e, assurdo nell’assurdo, da costringere a rimuovere i porfidi del marciapiedi rimesso a nuovo (per ripristinare il luogo così come in origine e, cioé, dissestato e pericoloso). “Formalmente corretto” si è voluto chiarire dal Comune. Può darsi benissimo, certo, in questa ridicola “Italia dei cachi”. Ma, di sicuro, sostanzialmente cretino.

Paolo Gentiloni e Roberta Pinotti? Assenti

“Davanti alle Commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato – riunite congiuntamente, ieri, per un’audizione sugli sviluppi della situazione libica – i Ministri Paolo Gentiloni (Esteri) e Roberta Pinotti (Difesa) non si sono presentati e hanno mandato i loro poveri sottosegretari sacrificali”.

Un episodio molto grave. Resta da appurare, comunque, se l’assenza dei due Ministri sia stata dovuta al fatto che erano beatamente al mare oppure al fatto che ogni decisione sulla situazione libica era stata già presa senza avvertire il Parlamento e, quindi, per evitare una giusta inevitabile bufera sulle loro teste. Ai Presidenti di Camera e Senato – come si dovrebbe – l’ardua sentenza.

Quei dieci parlamentari pd per il “no”

“I tre deputati pd Franco Monaco, Luisa Bossa, Angelo Capodicasa e i sette senatori pd Paolo Corsini, Nerina Dirindin, Luigi Manconi, Claudio Micheloni, Massimo Muchetti, Lucrezia Ricchiuti e Walter Tocci hanno firmato un documento che – se non è un “no” al Governo – è però un “no” al referendum sulle riforme costituzionali”.

Il “premier” Renzi, dalle Olimpiadi di Rio, ha fatto arrivare l’assicurazione che non li espellerà, per questo, dal partito. “Stiano sereni”, insomma.

La marcia dei “figliol prodighi”

“Renato Schifani – abbandonato clamorosamente Angelino Alfano – è stato accolto, a braccia aperte, da Silvio Berlusconi”.

Ciò visto e considerato, così, altri figlioli si sono messi in marcia, chi più chi meno velocemente, verso la casa del padre. Silvio non li deluderà e accoglierà anche loro, spiegando ai “suoi” che bisognerà far festa e rallegrarsi perché – come il figliolo della parabola di Gesù – loro erano morti e sono tornati in vita, erano perduti e sono stati rotrovati? Più che probabile. Come più che probabile è che il sempre più abbandonato Angelino Alfano non rinunci a sorridere, comunque, davanti alle telecamere. Perché – come si sa – il riso può essere anche isterico.

Berlusconi-SalviniSalvini e Berlusconi

“Berlusconi? – ha risposto a domanda dei cronisti, dopo l’incontro ad Arcore, il segretario della “Lega nord”, Matteo Salvini – in piena salute fisica e mentale”.

Silvio, dunque, si è salvato, almeno per ora, dal Matteo furioso. Il Matteo furioso, infatti, avrebbe potuto rispondere ai cronisti: “Berlusconi? Un vecchio rimbambito”. Collocandolo, nella sua indecorosa “galleria degli orrori”, accanto alla “bambola gonfiabile e deficiente” Laura Boldrini.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati