Municipi: ,

Abolite, ma sempre “succhiasoldi” – Rai, come ai tempi della Dc e di Silvio – Mafie – Anime in vendita

Fatti e misfatti di agosto 2016

Abolite, ma sempre “succhiasoldi”

“Le Province – nonostante siano state abolite due anni fa – continuano ad essere incredibilmente in vita e, ancor più incredibilmente, a ingoiare denaro pubblico”.

L’ultima boccata, appena qualche giorno fa, grazie ad un emendamento del pd Antonio Misiani in Parlamento. Emendamento che ha esteso, anche alle Province “morte viventi”, le misure finanziarie che sono state previste per i Comuni in dissesto. E non si è trattato di una mancetta, ma di ben 300 milioni di euro fino al 2020. Fino al 2020? Ma allora, oltretutto, le Province abolite nel 2014 rimaranno incredibilmente in vita perlomeno altri quattro anni? E poi dice: “Italia Paese di Pulcinella”.

Rai, come ai tempi della Dc e di Silvio

“Non sarà più domani – ma dopodomani – l’ufficializzazione delle nuove nomine in Rai”.

Il solito uccellino impiccione, però, è andato a vedere nelle carte dell’amministratore delegato, Antonio Campo Dell’Orto, e della presidente, Monica Maggioni, e ha cantato: Luca Mazza, al “Tg3”, al posto di Bianca Berlinguer, Ida Colucci, al “Tg2”, al posto di Marcello Masi, Nicoletta Manzione, a “Rai Parlamento”, al posto di Gianni Scipione Rossi. Nessun cambiamento, invece, al “Tg1” diretto da Mario Orfeo. Ma perché Bianca Berlinguer, Marcello Masi e Gianni Scipione Rossi via e Mario Orfeo no? Non certo perché i primi tre hanno mostrato scarsa professionalità e scarso rendimento anche auditel. Solo perché tutto sommato autonomi, questi primi tre, e non troppo ossequienti a Palazzo Chigi. Che, evidentemente, gravissima colpa è. Colpa da far scontare. E largo a chi dia più affidamento nel guardare molto più spesso e molto più entusiasticamente al “premier” e ai suoi Ministri. Specialmente ora che comincerà ad entrare nel vivo la campagna governativa per il “sì” al referendum sulle riforme costituzionali. Metodi vosì erano in auge ai tempi della Dc e di Silvio Berlusconi. Matteo Renzi aveva annunciato che quei metodi sarebbero finiti. Annunciato, appunto. Annunciato, non concretizzato. E dunque, oltre che volpe e “Speedy Gomzales”, Matteo il “gattopardo”.

erdoganMafie

“L’Italia – ha dichiarato tra l’altro, in una intervista alla Rai, il Presidente turco Erdogan – pensi piuttosto alla sua mafia”.

L’Italia, anche se c’è ancora molto da fare, ci sta pensando. Ma perché, prima di occuparsi delle mafie altrui, il Presidente Erdogan non pensa alle più numerose spregevoli mafie turche?

Anime in vendita

“Donald Trump, candidato repubblicano alla Casa Bianca: “Hillary ha venduto l’anima al diavolo”. Hillary Clinton, candidata democratica alla Casa Bianca: “Donald ha venduto l’anima a Putin””.
Ma possibile che i candidati alla Casa Bianca debbano per forza vendere l’anima a qualcuno?
.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati