Renato Nicolini Day al Teatro Tor Bella Monaca

Il 9 settembre 2022, all’Arena Estate, musica e cultura dieci anni dopo la sua scomparsa.

Renato Nicolini, assessore alla cultura di Roma tra il 1976 e il 1984, è stato uno degli intellettuali pubblici italiani più geniali della seconda metà del 900.

Il Teatro Tor Bella Monaca ha deciso di omaggiare e ricordare la sua figura: la serata del 9 settembre 2022 ha visto sul palco il musicista e scrittore Marco Testoni in collaborazione con l’attrice e regista Marilù Prati, compagna di vita e di teatro di Renato.

Con la presentazione del libro “Renato Nicolini, la gioiosa anomalia” (di Marco Testoni) e il concerto-spettacolo finale della serata, musica e cultura hanno omaggiato Nicolini in pieno stile Estate Romana.

Timbrificio Centocelle

Marilù Prati lo ha ricordato con queste parole: “Renato Nicolini, in quanto romano e architetto, è doppiamente benedetto dagli dei: il romano aveva dalla culla il buon gusto del Rinascimento, l’architetto avrà aggiunto il senso del realismo della modernità. Un realismo convulsivo e una modernità ispirata. Aveva avuto l’intuizione che la città potesse essere una macchina da vivere”.

“Egli appare sulla scena romana nel 1976, momento in cui la Capitale era in crisi, poco sicura, piombata nel terrorismo. Nicolini creò la sorpresa e il desiderio. Il suo credo era fare della folla la protagonista dello spettacolo. Non solo: voleva abolire la gerarchia tra cultura d’élite e cultura popolare. L’Estate Romana soddisfa il desiderio degli abitanti di Roma di ricominciare a vivere la loro città”.

Centro e periferia non debbono essere realtà che non comunicano, ma devono stare insieme attraverso il gioco e il divertimento, l’arte e la cultura. In più, l’impegno di Nicolini ha voluto regalare alla città qualcosa di stabile e fondamentale, come il sistema delle Biblioteche comunali di Roma.

Un messaggio fondamentale da diffondere grazie al Teatro Tor Bella Monaca, punto di riferimento importante che mira ad abbattere il muro tra centro e periferia grazie ad innumerevoli iniziative culturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati