Il ricordo di Livia Bottardi

In occasione del 35° anniversario dell'Istituto Tecnico per il Turismo è stata posta una targa in memoria della giovane insegnante

Una giornata di ricordi ed emozioni quella che si è svolta, mercoledì 18 maggio, all’Istituto Tecnico per il Turismo “Livia Bottardi”. In occasione del 35° anniversario dell’istituto, il dirigente scolastico ed i docenti hanno deciso di rendere omaggio e far conoscere agli studenti la storia di colei a cui è stata intitolata questa scuola Livia Bottardi, l’insegnante di lettere morta a soli 32 anni durante la Strage di Brescia in piazza della Loggia.

Manlio Milani
  Manlio Milani

Ad aprire la celebrazione il dirigente scolastico Giovanni Valerio d’Elia con una parentisi storico-politica sui personaggi chiave delle stragi che colpirono l’Italia nel quinquennio 1969-1974. Per comprendere meglio i fatti di quel 28 maggio 1974 è stato presentato un video documento, realizzato da un ex alunno Cosmin Farcas, con audio originali della manifestazione e le toccanti immagini delle otto vittime della strage.

Soffermandosi proprio su Livia Bottardi, l’ex docente Marcello Teodonio ha spiegato le motivazioni che 35 anni fa portarono i docenti del neonato istituto a scegliere di intitolare la scuola a questa giovane insegnante. Tra i tanti motivi, spicca la decisione di mettere in risalto una persona comune che è stata uccisa mentre manifestava pacificamente contro l’avanzare di un sistema intenzionato a diffondere una cultura del terrore. Una donna di cui tutti i ragazzi che passano per questo istituto devono essere orgogliosi e fieri di ricordarla ogni giorno in cui entrano nell’edificio a lei intitolato.

bottardi1Il momento più emozionante della giornata è stato l’intervento di Manlio Milani, marito di Livia Bottardi e presidente dell’ass.vittime piazza della Loggia, che rivolgendosi ai presenti in sala ha sottolineato l’importanza di umanizzare le vittime delle stragi, considerate dai mandanti solo un numero da far crescere ad ogni bomba. Quindi, non dimenticare queste persone ma ripercorre la loro storia. Numerosi i riferimenti di Milani a momenti storici di violenza passata e presente. Un percorso di memoria che ha toccato le corde dell’anima, soprattutto nei momenti in cui ha ricordato sua moglie, persa alla soglia del decimo anno di matrimonio.

Poi, si è tornati alla storia dell’istituto con un dettagliato viaggio tra i cambiamenti fisici e storici della scuola nel corso di questi 35 anni, a cura dell’ex docente Ada Maddalena. A cui è seguito il video realizzato dai ragazzi del Gruppo Fotografia del progetto dell’Ass.Culturale “Omnia Urbes”, “Vale Roma”, con il valido aiuto del fotografo Massimo Sgrulletti.

bottardi3La manifestazione si è conclusa con un minuto di silenzio di tutti gli studenti dell’istituto e la lettura della poesia di Annarita Gentile dedicata a Livia Bottardi, recitata dall’attrice Claudia Nanni, che ha suggellato il momento in cui Manlio Milani ha scoperto la targa in memoria di sua moglie.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati