Roma. Il piano “Capodanno sicuro” della Questura

#dacciunamano. Parte la campagna di sicurezza partecipata della Questura di Roma, in collaborazione con Roma Capitale
Redazione - 30 Dicembre 2016

Si articolerà nelle 24 ore il piano di sicurezza disposto dal Questore Nicolò Marcello D’Angelo, sulla base di quanto emerso in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, per un evento che impegnerà, in un periodo di tempo prolungato, varie zone della città.

I servizi preventivi, già in atto da questa notte, saranno rinforzati con il totale dispiegamento delle misure a partire dalle 19 di domani 31 dicembre 2016.

Nella prima fase, sorvegliato speciale, oltre al Colosseo, sarà il Circo Massimo, dove si prevede un consistente transito di persone  ed il successivo stazionamento dalle ore 22.30, quando inizieranno una serie di spettacoli di intrattenimento. Nell’area sono stati realizzati, in collaborazione con Roma Capitale, 5 varchi di accesso nei quali saranno effettuati i controlli di sicurezza.

Dar Ciriola asporto

Il piano, sempre dalle 19 di domani, prevede il presidio di tutte le maggiori piazze della capitale, con particolare attenzione a piazza Venezia, piazza di Spagna, piazza Navona, Campo dè Fiori, piazza del Popolo, Fontana di Trevi, Gianicolo ed Eur.

A san Pietro ancora in vigore lo specifico piano di sicurezza adottato per l’anno giubilare.

Dalle 3 del mattino del 1° gennaio, saranno presidiati i ponti dove sono previsti intrattenimenti per adulti e bambini fino alle 21.

Dalle ore 13 del 1° gennaio il lungotevere, da p. Garibaldi a p.  S. Angelo, sarà totalmente pedonalizzato per consentire una serie di eventi nei 4 ponti presenti in quel tratto. All’inizio della pedonalizzazione, sono previste fioriere antisfondamento, mentre per ciascun ponte vi saranno servizi dedicati con controlli di polizia,   anche a mezzo metal detector.

Oltre mille uomini,  in uniforme ed in abiti civili, vigileranno tra la gente.

Tutti i servizi sono studiati per realizzare condizioni di massima sicurezza, senza generare eccessive barriere o preoccupazioni.

A completare il dispositivo, pattuglie appiedate, tiratori scelti, cavalli delle forze dell’ordine, poliziotti in bicicletta, nonché pattuglie della polizia fluviale che sorveglieranno la città navigando sul Tevere.

Nel pomeriggio si terrà in Questura il tavolo tecnico, durante il quale saranno illustrati i dettagli del piano di sicurezza ed al quale parteciperanno oltre ai funzionari della Polizia di Stato, rappresentati dei Carabinieri,  della Guardia di Finanza, dell’Esercito, del 112 –Numero Unico per le Emergenze-, del 118 e di Roma Capitale.

Questa mattina, il Questore ha voluto lanciare la campagna di sicurezza partecipata #dacciunamano, in collaborazione con Roma Capitale, con cui sono stati coinvolti i lavoratori ed cittadini che saranno in strada la notte di San Silvestro.

#dacciunamano. PARTE LA CAMPAGNA DI SICUREZZA PARTECIPATA

È stata definita in mattinata la campagna della Questura di Roma, in collaborazione con Roma Capitale, per il coinvolgimento di lavoratori e cittadini che saranno in strada nella notte di San Silvestro.

È un’iniziativa che si rifà alla grande tradizione italiana, ancora presente nei quartieri e nelle borgate della Capitale, di riconoscimento informale, per rafforzare la sicurezza della comunità e delle famiglie, in un momento in cui non ci sono specifiche informazioni di rischio per il capodanno nella capitale, ma comunque si registra un allarme generalizzato.  L’appello, che il Questore Nicolò Marcello D’Angelo ha voluto lanciare ai lavoratori e cittadini, è proprio quello di condividere con le autorità di sicurezza eventuali percezioni di situazioni anomale o allarmanti.

La campagna, che si identifica nella foto di “2 poliziotti”, un uomo ed un cane, mira ad alimentare una maggiore percezione di sicurezza attraverso una attiva collaborazione su uno scenario operativo dove le forze dell’ordine saranno presenti in maniera capillare.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti