Scrivo di uomini e angeli/Scriu despre oameni și îngeri di Lăcrămioara Maricica Niță

La presentazione del libro bilingue, romeno-italiano, di poesie sabato 10 dicembre 2022 in Corso Sempione 8, a Roma
Alina Monica Turlea - 7 Dicembre 2022

Sabato, 10 dicembre 2022, è di scena Lăcrămioara Maricica Niță, autrice de Scrivo di uomini e angeli/Scriu despre oameni și îngeri, un volume bilingue, romeno-italiano, di poesie, pubblicato dalla casa editrice Gambini Editore, con la prefazione di Cinzia Baldazzi, scrittrice e critico letterario, che riesce a donarci in maniera splendida e irripetibile una sua chiave di lettura di questo volume. L’incontro si terrà presso la galleria Arte Sempione in Corso Sempione, 8, a Roma.
Saranno presenti l’autrice Lăcrămioara Maricica Niță, la scrittrice  Cinzia Baldazzi, che modererà l’evento, l’attrice Chiara de Simone, che darà via a delle letture poetiche, Steluța Floriștean, cantante di musica popolare romena e la disegnatrice tecnica e illustratrice Roberta Annucci.
Interverranno: Laura Barbu, poetessa, Paola Ercole, poetessa, Giuseppe Tacconelli, poeta, Roxana Lazăr, scrittrice, Sorin Dannae, poeta, Lidia Popa, poetessa, Alina Monica Turlea, poetessa, traduttrice e giornalista, Abner Tomas Viera Quezada, poeta.
In conclusione sarà possibile acquistare il libro per il firma-copie.

Lăcrămioara Maricica Niță, poetessa ed ideatrice della piattaforma “Te provoc la o carte”, un importante e ambizioso progetto culturale, si trova al suo terzo libro di poesie.

Nel volume, Lăcrămioara moltiplica le domande, racconta il proprio io attraverso i versi, raccoglie accanto a sé le parole, chiama il lettore a capire, a sentire, a (s)muovere le proprie emozioni. Gli chiede di entrare nel suo mondo, nella sua casa mormorante, ma anche di non abbassare lo sguardo, di vigilare con lucide parole, di farsi circondare dalla magia della poesia.
Sono poesie nette e sincere le sue, che raccontano – tra malinconia e dolore – il sopravvenire del dolore, i propri affetti, lo smarrimento del tempo, il mal du pays, le proprie inquietudini. “Scrivo di uomini e angeli” diventa liberazione dalle insidie, dal mondo sopraffatto di guerre e malvagità.

Alina Monica Turlea


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti