Smog: “Basta con le inutili e dannose domeniche ecologiche”

È il commento di Piergiorgio Benvenuti e Fabio Ficosecco, rispettivamente Presidente e responsabile romano del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale
Redazione - 14 Novembre 2020

“Il prossimo 15 novembre è in programma il primo dei quattro appuntamenti delle “Domeniche ecologiche” per la stagione invernale 2020 disposto nella Capitale  dall’amministrazione guidata dalla Sindaca Raggi  con  l’obiettivo di  limitare l’inquinamento atmosferico.

Intanto vorremmo ricordare che Roma è fra le peggiori città italiane in tema di performance ambientali e vivibilità, anche secondo il recente dossier Ecosistema urbano 2020, e proseguiamo a sostenere che le “domeniche ecologiche” oltre ad un ulteriore danno all’economia ed al commercio della Capitale non hanno determinato una valenza positiva a livello ecologico”.

È il commento di Piergiorgio Benvenuti e Fabio Ficosecco, rispettivamente Presidente e responsabile romano del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.

Laboratorio Analisi Lepetit

“La Capitale – prosegue la nota – è  all’89esima posizione, in fondo alla classifica per le scarse performance ambientali,  peggio nel Lazio solo Latina al 98esima posizione. Ed i problemi con questa amministrazione guidata dalla Sindaca Raggi sono gli stessi, la gestione del ciclo dei rifiuti, il fallimentare trasporto pubblico che versa in condizioni disastrose,  la presenza nell’aria di  Biossido di Azoto (NO2) in eccesso, 43,5 microgrammi per metro cubo di aria, e su tale parametro Roma è addirittura al quintultimo posto a livello nazionale. Anche ciò dimostra che non hanno alcuna valenza positiva le consuete domeniche ecologiche. Anche un recente  studio dell’Istituto per la bioeconomia del Cnr ha preso in esame le principali  città italiane durante il periodo di chiusura dovuto al Covid-19, con la riduzione del traffico veicolare del 48-60%,  per quantificare l’impatto del traffico stradale sulla qualità dell’aria nelle aree urbane. È emersa una significativa riduzione dei livelli di biossido di azoto, ma non della concentrazione di polveri sottili.

“Ad una riduzione dei soli livelli di biossido di azoto (NO2), le concentrazioni di polveri sottili (PM2.5 e PM10) si sono ridotte in misura minore, mentre quelle di ozono (O3) sono rimaste invariate o addirittura in molti casi aumentate, come nella Capitale dove vi è stato vi è stato  un incremento del 14.7%.

“Quindi – proseguono Benvenuti e Ficosecco- il blocco delle auto per una giornata in un segmento della città può creare solo disagi ai cittadini.

In questa particolare situazione chiediamo – proseguono  Benvenuti e Ficosecco – di sospendere la pratica delle Domeniche ecologiche a Roma, inutili e dannose, adottando ben altre soluzioni come il controllo dell’emissione dei riscaldamenti soprattutto dei grandi uffici e delle mega strutture commerciali, un adeguato e più moderno trasporto pubblico, l’effettivo utilizzo dei mobility manager, mobilità alternative, la necessità di sforzi costanti di decarbonizzazione in tutti i settori emissivi. Tutto ciò potrà effettivamente e concretamente migliorare la qualità dell’aria e della  salute pubblica –concludono gli esponenti di Ecoitaliasolidale – non certo le demagogiche ed inutili domeniche ecologiche ”.

La fascia verde e l’anello ferroviario


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti