Sostegno per l’acquisto di materiale scolastico della Regione Lazio 2022-23. Come richiederlo

Dal 7 novembre alle ore 15:00 il via alle richieste fino ad esaurimento dei fondi (20 milioni)
Enzo Luciani - 7 Novembre 2022

Dal 7 novembre alle ore 15:00 sarà possibile richiedere sulla piattaforma e-family il Sostegno per l’acquisto di materiale scolastico della Regione Lazio.

Si tratta di contributo una tantum rivolto a genitori di figli in età scolare che frequentano la scuola secondaria di I grado e la scuola secondaria di II grado, statale e privata paritaria.

Per aiutare le famiglie ad affrontare le spese di «materiale scolastico utile a migliorare la frequenza dell’anno scolastico da parte dei propri figli» la Regione Lazio mette a disposizione 20 milioni di euro, erogabili ad accesso continuo fino all’esaurimento dei fondi.

Quanto vale il contributo

Saranno riconosciuti 150 euro per ogni figlio/a frequentante la scuola secondaria di I grado (media inferiore) e 200 euro per ogni figlio/a frequentante la scuola secondaria di II grado.

Le somme non sono soggette ad imposizione fiscale e non formeranno reddito.

Il contributo è cumulabile con i contributi erogati dai Comuni per le famiglie che hanno un indicatore ISEE in corso di validità del nucleo familiare dello studente non superiore a 15.493,71 euro e con altri contributi statali, regionali o locali.

Chi può richiedere il contributo regionale

Destinatari dell’intervento e soggetti richiedenti sono i genitori di figli regolarmente iscritti nell’anno scolastico 2022/2023 presso una scuola secondaria di primo grado o secondo grado del sistema nazionale di istruzione pubblica e paritaria con sede nella Regione Lazio che, al momento della richiesta di contributo, risultano in possesso di un indicatore ISEE in corso di validità del nucleo familiare dello studente non superiore a 30.000,00 euro.

Devono inoltre avere i seguenti altri requisiti:

Dar Ciriola
  • essere cittadino/a italiano/a o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di uno Stato e extra UE e in possesso di regolare permesso di soggiorno (ai sensi del D.lgs 286/98 e ss.mm.ii.);
  • essere residente o domiciliato in uno dei comuni della Regione Lazio;
  • essere genitore, tutore o esercente la responsabilità genitoriale di studenti regolarmente iscritti nell’anno scolastico 2022/2023 presso una scuola secondaria di primo o secondo grado del sistema nazionale di istruzione pubblica e privata paritaria;
  • essere titolare o cointestatario di un conto corrente bancario o postale o di una carta prepagata collegata ad un codice IBAN IT;

Come richiedere il rimborso materiale scolastico

La richiesta del contributo dovrà avvenire esclusivamente sulla piattaforma informatica https://www.efamilysg.it/, sulla quale sarà attivata una apposita sezione per la richiesta del “Sostegno materiale scolastico” e inserite le relative istruzioni.

(ULTIMO AGGIORNAMENTO delle ore 22 e 20:
alle ore 15:00 abbiamo fatto l’accesso al sito internet e dopo vari tentativi utilizzando Safari siamo passati a Chrome e finalmente ci è apparso anche il link per la registrazione.
Però dalle ore 15 e 10 siamo rimasti in attesa della mail di conferma con le credenziali per l’accesso che ci è arrivata poco prima delle ore 20:00.
Alle ore 21 e 30 circa abbiamo iniziato le varie operazioni che si sono concluse poi attorno alle ore 22 per la prima richiesta e 22:15 per la seconda).

Bisogna presentare una sola domanda di contributo e nel caso di più figli aventi i requisiti di accesso, la domanda dovrà contenere l’insieme delle singole richieste di contributo.
Non si possono chiedere e ricevere più contributi per lo stesso figlio. A tal fine, si effettuerà una verifica preliminare del codice fiscale dello studente destinatario.

Le richieste ammesse saranno approvate sulla base dell’ordine di arrivo.

I contributi potranno essere richiesti dalle ore 9:30 (spostato poi alle 15:00) del 7 novembre 2022, fino ad esaurimento delle risorse.
L’Amministrazione comunicherà la chiusura della procedura.

Ultima annotazione: chi avesse già fatto una registrazione sulla piattaforma SIGEM (come indicato in un precedente avviso della Regione) dovrà obbligatoriamente fare una nuova registrazione sulla piattaforma e-family (il 7 novembre).

La documentazione richiesta

Riportiamo un estratto dal documento ufficiale della Regione Lazio (di sui a seguire riportiamo il link).

La procedura di presentazione della domanda prevede:

registrazione del richiedente sulla piattaforma informatica;
accesso all’apposita sezione della piattaforma informatica;
compilazione della domanda in ogni sua parte;
download della domanda precompilata sulla piattaforma efamily;
caricamento della domanda, firmata e scansionata in formato pdf o firmata digitalmente in formato p7m;

– Documento d’identità in corso di validità in formato PDF del genitore destinatario del contributo una tantum;

– Documento d’identità* in corso di validità in formato PDF dello studente/essa figlio/a del destinatario del contributo una tantum;

– Documento comprovante l’iscrizione dello studente/essa figlio/a del destinatario del contributo presso Istituto Scolastico;

– Attestazione ISEE del nucleo familiare in corso di validità. invio della domanda.

(*Per figli minorenni privi di regolare carta di identità, è ammissibile la presentazione di documenti alternativi. A titolo esemplificativo ma non esaustivo, sono ammissibili documenti quali tessera sanitaria, codice fiscale, ecc.)

Qui tutte le informazioni (all’ultimo aggiornamento disponibile https://www.efamilysg.it/download/Avviso_Materiale_Scolastico.pdf)

Contatti e info

Per assistenza e supporto, anche in fase di presentazione delle richieste, è possibile scrivere a spesescolastiche2022_2023@regione.lazio.it.

Lazioeuropa.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti