Categorie: Cronaca
Municipi: , | Quartiere:

Task force anti-evasione della Fiumicino tributi: scoperti 700 evasori

Recuperati 3 milioni di euro

L’articolato piano di riorganizzazione interna e dei processi lavorativi, il lavoro degli uffici e delle aree preposte, i nuovi modelli operativi basati sulla ricerca capillare di evasori secondo una logica di “setaccio territoriale” (risultanze catastali e interazione banche dati), provvedimenti e interventi promossi dall’Amministratore Unico della Fiumicino Tributi, Generale Pino Colone, hanno impresso un ulteriore impulso alla lotta all’evasione fiscale locale messa in atto dalla Fiumicino Tributi. Lo confermano i risultati raggiunti nei primi due mesi di quest’anno.

Per quanto riguarda il comparto relativo alla TARI, sono stati emessi 398 atti impositivi a carico di 383 evasori, per un importo complessivo di 2 milioni e 767mila euro. Un’attività di accertamento che si è anche concentrata all’individuazione dei soggetti subentrati, nella disponibilità di immobili siti nel Comune di Fiumicino, a persone risultate decedute. L’operazione, denominata “fun”, ha consentito di scoprire e identificare 473 evasori totali, per oltre 1 milione 737mila euro di tributi dovuti per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.

Per quanto riguarda il Canone Unico Patrimoniale (CUP), sono stati inviati 41 atti impositivi a carico di 39 evasori, per un importo complessivo di 121.499 euro.

Particolarmente significativi i risultati raggiunti anche dalla task force antievasione, costituita da militari in congedo della Guardia di Finanza. L’attività si è concretizzata nell’individuazione di 9490 posizioni fiscali anomale, per le quali sono in corso approfondimenti e riscontri che, ad oggi, hanno condotto alla scoperta di 159 evasori IMU e 144 evasori TARI, per un importo complessivo accertato di circa 1 milione e 35mila euro.

Per quanto riguarda l’Imposta Municipale Unica (IMU) e la TASI, sono stati prodotti 169 atti impositivi a carico di 99 evasori, per un totale di oltre 248mila euro.

A fronte di questa intensa attività antievasione che, a breve, potrà contare sull’acquisizione, da parte della Fiumicino Tributi, di un avanzatissimo sistema georeferenziato che consentirà la localizzazione automatica di immobili sottratti al pagamento dell’IMU, si registrano, tra gennaio e febbraio, 271 adesioni spontanee di contribuenti che hanno deciso di presentarsi presso gli sportelli dedicati all’utenza, per regolarizzare le proprie posizioni debitorie.

Inoltre, negli ultimi due mesi di attività, 704 debitori fiscali sono risultati irreperibili presso le loro residenze. Di concerto con gli uffici comunali preposti, si stanno studiando le procedure di cancellazione dai registri anagrafici del Comune e valutando eventuali misure relative all’esclusione dai servizi di prossimità.

Nel computo delle attività svolte dalla Fiumicino Tributi è da rilevare che, a sostegno della gestione delle violazioni al Codice della Strada, in questi due mesi, si è costituita una task force dedicata ad affrontare, in maniera strutturale, il consistente arretrato di richieste di sgravio relativo a posizioni debitorie regolarmente assolte, costituito da circa 15mila pratiche. La determinazione della società, per ovviare ai disagi arrecati all’utenza, è quella di razionalizzare e ridurre i tempi di lavorazione, mantenendoli su livelli standard accettabili. Solo nei mesi di gennaio e febbraio, a fronte della lavorazione di migliaia di contravvenzioni stradali da parte degli uffici preposti, il Comune di Fiumicino ha incassato 1 milione 426mila euro.

Una cifra che si somma a quella delle entrate del comparto tributario, riferita sempre allo stesso periodo, per un importo che sfiora i 2 milioni di euro.

Le attività di controllo ordinarie e nei confronti delle posizioni a più elevato rischio di evasione proseguiranno nelle prossime settimane, sulla strada della prossima acquisizione della Fiumicino Tributi a intero capitale pubblico.

“Registro, ormai quotidianamente – dichiara l’Amministratore Unico della Fiumicino Tributi, Generale Pino Colone – non solo nelle sedi istituzionali ma anche dai nostri concittadini, parole di forte incoraggiamento, condivisione e sostegno per l’attività di contrasto all’evasione che stiamo svolgendo: per noi è un riscontro importante ed atteso, significa che stiamo andando nella direzione giusta”.

“L’ottimo risultato che questi primi dati confermano è il frutto dell’impegno di questa Amministrazione che continuerà a sostenere la lotta all’evasione in modo serrato. Il risultato che vogliamo raggiungere è quello di pagare tutti per pagare meno”. Con queste parole il sindaco, Mario Baccini, commenta gli ottimi risultati ottenuti in questi mesi di attività dalla Fiumicino Tributi e dalla task force anti evasione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati