Vernice rossa sui negozi, attivato allarme antincendio: blitz femminista a Termini

Ancora un blitz del movimento di liberazione dal sistema di dominio patriarcale

Blitz delle attiviste femministe nella galleria commerciale della stazione Termini, poi hanno appeso lo striscione con su scritto “Bruciamo tutto” sulla vetrina di un negozio. L’assalto nella mattinata di oggi Lunedì 11 Marzo 2024 è stato rivendicato sui canali social del movimento di liberazione dal sistema di dominio patriarcale “Bruciamo tutto”. La sigla, spiegano le stesse attiviste, nasce dalla necessità di porre fine a un sistema patriarcale, che opprime, molesta, stupra e uccide le persone socializzate come donne.

foto welcome to Favelas

Il blitz è scattato alle 8:30. Quattro attiviste sono entrate nella galleria commerciale del primo scalo ferroviario romano urlando “Bruciamo tutto”. Appeso uno striscione hanno incollato per terra dei volantini con le richieste del movimento. Poi hanno imbrattato la stazione con della vernice colorata. Con le mani hanno lasciato il segno su alcune vetrine e si sono sedute in terra facendo resistenza passiva non violenta.

Un blitz che ha creato il panico fra le migliaia di persone che alle 8:30 affollavano la stazione Termini. Sul posto è poi intervenuta la polizia ferroviaria che ha identificato le quattro attiviste la cui posizione è ora al vaglio della magistratura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati