2 Agosto 1667… Roma, si spegne il Borromini

Almanacco di Roma a cura di Stefano Crivelli - 2 Agosto 2020

Il 2 Agosto del 1667 muore suicida a Roma il grande architetto Francesco Borromini.

La chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, quella di San Carlino alle Quattro Fontane e quella di Sant’Agnese in Agone restano (tra le altre opere) a testimoniare il genio dell’artista nella nostra città.

Borromini - Anonimo

Borromini – Anonimo

Il Borromini si uccide nella sua casa (ereditata dal Maderno). Dopo aver bloccato la sua spada in una fessura del pavimento, ci si getta con tutte le forze. Soccorso dai domestici e condotto in ospedale, in fin di vita, dichiara di averlo fatto “perché affranto da mali morali e fisici”.

Francesco Borromini, nonostante il suicidio, viene sepolto in Chiesa, a San Giovanni de’ Fiorentini, nella stessa tomba di Carlo Maderno.

Almanacco del 2 Agosto

216 a.C. I Consoli Gaio Terenzio Varrone e Lucio Emilio Paolo vengono sconfitti da Annibale a Canne.

1759 Goldoni lascia Roma, dove risiede dal novembre del precedente anno.

1877 Viene inaugurata la Linea Tranviaria tra Piazzale Flaminio e Ponte Milvio. Si tratta di un impianto a scartamento ordinario a binario unico, con due raddoppi per gli incroci.

1924 Nasce il conduttore radiotelevisivo Corrado Mantoni, in arte semplicemente Corrado.

1945 Muore a Roma il grande compositore e direttore d’orchestra di Livorno Pietro Mascagni.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti