Categorie: Cinema e Tv Cultura
Municipi:

Adios compañero Gianni Minà

Ricordo quel giorno che ti strinsi la mano, felice di conoscerti personalmente: era il 2004, all’Auditorium Parco della musica, e tu presentasti la versione italiana del film “I diari della motocicletta”, di Walter Salles.
Era con te Alberto Granado, colui che fece il viaggio in tutto il Sudamerica nel 1950 insieme al giovane Ernesto Guevara de la Serna a bordo di una motocicletta, La Poderosa. Avevi fatto venire Alberto direttamente da Cuba. Fu una giornata memorabile per centinaia di studenti liceali, tra i quali vi erano anche 20 miei alunni.
Adesso, lì dove sei, potrai chiacchierare in pace con i tuoi carissimi amici Fidel, Ernesto, Compay Segundo, Diego Armando, Gabriel Garcia, Juantoreña, Teofilo Stevenson, Muhammed Alì e il nostro Sergio Leone, magari sorseggiando Tequila e Cuba libre.
Da parte mia sono sicuro che, la prossima volta che tornerò a Cuba, all’interno dell’hotel AMBOS MUNDOS, nel cuore di Havana Vieja, accanto alle targhe che ricordano la presenza e il soggiorno di Giuseppe Garibaldi e di Ernest Hemingway, troverò anche un tuo ritratto che, ai cubani e ai turisti di passaggio, parlerà del tuo sconfinato amore per Cuba e per tutto il Sudamerica.
HASTA LA VICTORIA, SIEMPRE, COMPAÑERO GIANNI!

Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati