Furto chiusini a Casal Monastero

Una lettera di denuncia del Comitato di quartiere alle autorità
Enzo Luciani - 12 Agosto 2011

Il Presidente del Comitatodi quartiere Alessandro Zaghini in una lettera denuncia inviata l’8 agosto 2011 al Sindaco di Roma, al Comandante della Polizia Municipale, al Responsabile del Coordinamento Politiche per la Sicurezza Patto per Roma Sicura, al Comandante dei Vigili Urbani V Gruppo, al Commissariato di P.S. di S. Basilio, al Comandante Stazione C.C. di Settecamini, al Presidente del Municipio V, fa presente i problemi legati alla sicurezza pubblica a Casal Monastero, lamentando il furto di chiusini e lampioni fotovoltaici.e chiedendo il ripristino del servizio dei Vigili di Prossimità.

Ecco il testo in sintesi.

"Siamo alle solite, durante l’estate il nostro quartiere di periferia torna ad essere completamente abbandonato a sé stesso e di conseguenza imperversano ladri e vandali.
A tutto questo non sembra esserci rimedio, anche se continuiamo a leggere, sulle pagine dei quotidiani, dell’aumento delle forze dell’ordine in servizio nella nostra città.
Nonostante ciò, i cittadini di Casal Monastero si trovano a denunciare: l’avvenuto furto di n.8 chiusini in ghisa su via della Torre di Pratolungo;  di n.1 chiusino in ghisa su Via di S. Alessandro; di n.2 lampioni fotovoltaici a servizio del parco giochi sito in via Castelnuovo di Farfa.

Continuano numerosi i furti negli appartamenti e nei box, regolarmente denunciati dai cittadini alle forze dell’ordine di zona.

Senza contare i numerosi danneggiamenti, avvenuti ai danni di beni comuni, ad opera dei vandali che continuano la loro opera completamente indisturbati (cestini bruciati, panchine rotte, steccati divelti e anche la nuova scuola media – ormai pressoché finita – è stata vandalizzata con scritte sui muri e sui vetri).

Insomma, i cittadini si sentono alla mercè dei delinquenti e appare evidente che il servizio reso alla cittadinanza dai Vigili di Prossimità lo scorso anno, aveva in qualche misura “contenuto” almeno il fenomeno del vandalismo.

Mentre, per quel che riguarda i furti e le rapine, torniamo a ripetere che una più costante presenza di Carabinieri e Polizia – con posti di blocco continui per fermare le scorribande di furgoni e vetture che imperversano nel quartiere – sarebbe oltremodo auspicabile.

Pertanto, i cittadini di Casal Monastero tornano a chiedere:alle autorità preposte che venga ripristinato il servizio dei Vigili di Prossimità;  che vengano istituiti posti di blocco più frequenti (e “mirati”) nella zona;  una presenza più costante delle Forze dell’Ordine nel quartiere;

Adotta Abitare A

Alla U.O.T. del Municipio 5: che vengano immediatamente riposizionati (e saldati) i chiusini in ghisa trafugati, anche al fine di tutelare la sicurezza delle persone, cogliendo l’occasione per provvedere anche allo “svuotamento” di quelli ostruiti".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti