Ho l’influenza. Cosa devo mangiare?

Quali alimenti non devono mai mancare all’interno di una alimentazione equilibrata

“In questi giorni spesso persone da me seguite non possono fare il controllo del peso perché influenzate ma al telefono mi chiedono cosa mangiare per contrastare questo male stagionale …” 

Con l’influenza diminuisce l’appetito, occorre perciò impegnarsi e continuare a nutrirsi per agevolare la guarigione, consumando ogni giorno sei pasti leggeri ma nutrienti (colazione, spuntino del mattino, pranzo, merenda, cena e dopocena).

Ci sono alimenti che non devono mai mancare all’interno dell’alimentazione equilibrata perché apportano molecole protettive, antiossidanti e antinfiammatorie. Parliamone…

• Acqua (e bevande):

almeno due litri al giorno, anche bevande calde senza aggiunta di zucchero: tè leggero, caffè deca americano, caffè d’orzo, tisane ed infusi utili per idratarsi e riscaldarsi.

• Frutta secca a guscio:

nocciole e mandorle ricche di vitamina E, noci e pistacchi ricchi di zinco, magnesio e potassio e grassi polinsaturi tra cui gli Omega-3. Consumare 10/25 grammi al giorno.

• Verdura:

due porzioni al giorno cercando di variare spesso i colori. Preferire soprattutto pomodori e peperoni crudi ricchi di vitamina C; broccoli, cavolfiore, cavolo cappuccio spinaci e rucola, ed anche minestroni di verdura, passati o vellutate ricchi di polifenoli e fibra. Preferire cotture semplici per mantenere tutte le proprietà della verdura.

• Frutta fresca:

in particolare quella ricca di vitamina C, polifenoli e fibra: kiwi, fragole, agrumi, mirtilli e lamponi. Tre porzioni di frutta fresca al giorno, possono andar bene.

• Pesce:

sia fresco che surgelato, tre volte a settimana poiché ricco di grassi Omega-3, iodio, fosforo e zinco che aiuta a combattere le infezioni, preferire i pesci grassi: sardina, palamita, aringa, alici, sgombro, salmone, etc.

• Legumi:

ceci, fagioli, fave, piselli, lenticchie, etc., che apportano molte proteine vegetali, vitamine, sali minerali come il ferro, fibre ed hanno un basso indice glicemico. Consumare almeno due volte a settimana. Per evitare o limitare il meteorismo è consigliabile consumarli passati. Assunti nella forma di minestre con pasta o riso rappresentano un pasto completo.

• Latte e derivati:

yogurt e latte due volte al giorno, formaggi freschi e stagionati tre volte a settimana come secondo, piatto al posto di carne o uova. Per gli stagionati preferire il Grana Padano DOP che tra i formaggi più consumati, è il più ricco di calcio e proteine ad alto valore biologico con i 9 aminoacidi essenziali, apporta ottime quantità di B12, antiossidanti zinco, selenio ed è naturalmente privo di lattosio.

• Spezie ed erbe aromatiche:

come pepe, curcuma, curry, paprika (dolce o piccante), cannella, zenzero, basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino, etc., in quanto ricche di polifenoli antiossidanti che aiutano a rafforzare il sistema immunitario.

• Carne:

sia rossa che bianca (preferibile), tre volte a settimana perché ricca di ferro e proteine nobili.

• Cereali integrali:

pasta, pane, riso, farro, orzo, polenta, avena, etc. come primo piatto e a colazione, in quanto più ricchi di zinco, vitamine B.

• Condimenti:

condire con gli oli monoseme: mais, girasole, lino e soprattutto extravergine di oliva per coprire il fabbisogno quotidiano di vitamina E, grassi protettivi mono e polinsaturi, oppure sui primi, passati etc. condire con 10 grammi di Grana Padano DOP grattugiato al posto del sale.

Per approfondimento:

https://www.educazionenutrizionale.granapadano.it

https://www.facebook.com/BONUMVITAENUTRIZIONE


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati