La festa per i cento anni di nonna Emma Mattana

Sabato 25 settembre 2021, è stata ampia e corale
Federico Carabetta - 28 Settembre 2021

La partecipazione alla festa dei cento anni di Emma Mattana, svoltasi felicemente sabato 25 settembre 2021, è stata ampia e corale: tra figli e nipoti, parenti, amici e conoscenti, lo spazio messo a disposizione della parrocchia di Santa Bernadette a Colli Aniene è stato appena sufficiente.

E nonna Emma, teneramente assistita dalla nuora Giuliana e dalla nipote Eleonora, arrivata pedibus calcantibus, si è goduta la grande festa in suo onore, ha ricevuto con visibile compiacimento i fiori, i regali ed una coppa da campionessa del centenario e si è pure deliziata con la cremosa torta del comune amico pasticciere collianiense Adrian’s. E che la personalità di nonna Emma sia stata e sia tuttora di grande umanità, è apparso chiaro dal numero degli intervenuti, dall’amorevolezza con cui è stata unanimemente circondata, ed infine dalle commoventi parole rivoltele in un intenso discorsetto dalla nipote Eleonora.

Noi avevamo conosciuto ed incontrato la centenaria qualche giorno prima grazie a Maurizio Puggioni molto sensibile alle vicende di Colli Aniene. In quell’occasione chiedemmo a Emma di ripercorrere per noi uno tra gli episodi più toccanti della sua lunga vita. Non immaginavamo però di suscitare nell’anziana signora momenti così tanto avvincenti da sconsigliare di insistere nella richiesta. È stato così che la nuora Giuliana, al termine dell’incontro, con grande gentilezza ci ha promesso di ricostruire per noi, in un secondo tempo, la vicenda che tanto aveva turbato l’anziana. Così è stato e le siamo riconoscenti perché certi eventi di una certa epoca non abbiano a perdersi con i nostri anziani.

Il racconto che ci farà Giuliana e che noi pubblicheremo, si svolge negli anni immediatamente successivi alla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando Emma Mattana era poco più che ventenne e suo marito Eligio Siddi rischiò di finire tragicamente come tanti altri nostri giovani soldati.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti