L’Atac riacquisisce capacità finanziaria e di investimento dopo chiusura concordato

Sarà rinnovato il deposito di Porta Maggiore ed attrezzato il nuovo deposito, previsto nell'ex Centro Carni
Redazione - 24 Dicembre 2022

Atac ha depositato il secondo riparto dei pagamenti “a saldo” dei creditori entro il termine del concordato omologato e può ripartire. Riacquisisce dunque capacità finanziaria e di investimento, può tornare sul mercato, sviluppare nuove linee di business (in particolare in ambito tecnologico, in ottica mobility as a service) e può avviare nuovi investimenti senza accantonamenti.

L’amministrazione ha sviluppato un piano depositi in cui ha determinato la necessità di acquisire gli immobili dichiarati dal PUMS strategici, nonché la realizzazione di depositi necessari ad ospitare nuovo materiale rotabile e strumentali al trasporto pubblico. Il sistema di depositi deve essere dislocato uniformemente sul territorio di Roma. In poco più di un anno sono stati recuperati quasi 180 milioni che hanno permesso ad Atac di estinguere i debiti con i creditori chirografari (= coloro che vantano un credito che sorge da un documento sottoscritto direttamente dal debitore: fatture, assegni ecc., n.d.r.), con un fabbisogno residuo, al 30 novembre 2022, di 117 milioni di euro.

Con il passaggio deliberativo fatto in Assemblea Capitolina, Roma Capitale risolve una vicenda giudiziaria che dura da 13 anni, con un’obbligazione concordataria pari a 44,92 milioni di euro.

Ora potranno riprendere investimenti e altre attività: Atac lancerà una gara da mezzo miliardo per i tram, la più importante in Europa. Le vetture arriveranno entro il Giubileo. Sul fronte depositi, sarà rinnovato quello di Porta Maggiore ed attrezzato il nuovo, previsto nell’ex Centro Carni. in via Severini che è destinato ad assumere il ruolo di deposito principale, (80 tram) e la presenza di un’officina atta a intervenire a tutti i livelli di manutenzione, fino alla revisione generale mentre l’area di Garbatella potrà ospitarne ulteriori 20. Sono state acquisite inoltre le sottostazioni elettriche indispensabili e strettamente funzionali al trasporto pubblico trattandosi di apparecchiature elettriche deputate alla trazione di tram e metro cittadini

Per saperne di più, vedi le slide.

Pubblicità elettorale Regionali 2023
Servizi Funebri Moretti

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti