“Lo zibaldone dei pensieri miei” di Viviana Marconi

Al Nuovo Fidia-Museo Nena il 15 giugno 2022 presentazione-concerto dell'autrice in compagnia dei “Koradan”, gruppo musicale emergente 

Alle ore 19.30, presso il Nuovo Fidia-Museo Nena di Via Edoardo D’Onofrio 35 a Colli Aniene viene proposto un ultimo appuntamento della stagione 2021/22 con una presentazione-concerto di Viviana Marconi (ancora una cittadina di Colli Aniene) in compagnia dei “Koradan” un gruppo emergente che propone musica innovativa e fuori dagli schemi.  Il libro “Lo zibaldone dei pensieri miei” (L’erudita Editore, Roma 2022. € 20.00) oltre a fotografare lo stato d’animo attuale della musicista è anche un pretesto per presentare il gruppo dei Koradan.

Viviana Marconi infatti è attualmente impegnata ad una rivisitazione della musica sua, quella occidentale, che ha bisogno di linfa nuova, aria nuova, nuove commistioni. Questa ricerca così spasmodica di musica “diversa”, di sonorità speciali è ben spiegata nella breve presentazione del programma di sala, che spiega il contenuto del libro e l’incontro fulminante e fatale con i Koradan. “Quando la quotidianità inizia a essere soffocante e ad allontanare i propri sogni, la musica, per una musicista, resta l’unico appiglio, l’unica fonte di speranza. Così, tra una composizione e l’altra e tra un esercizio sul pentagramma e l’ascolto di un brano di musica classica Viviana Marconi rivede le sue giornate di lavoro, i suoi viaggi e riflette su di sé e sul mondo esterno. Il flusso di coscienza diventa sempre più avvolgente, come una melodia nepalese o sinuoso come il II movimento della Sinfonia n. 7 di Beethoven, in un viaggio astratto ed estremamente concreto tra i problemi dell’Italia e le meraviglie del Sud-Est asiatico”.

Ma cos’hanno di speciale  i Koradan, perché hanno stregato Viviana e perché le movenze sinuose di una danzatrice orientale in simbiosi con il suo sax? Il loro intento è quello di proiettare lo spettatore in un viaggio, in un volo virtuale, attraverso i 5 continenti, visivamente grazie al ballo e armonicamente con le frequenze strumentali. Due linguaggi, che più di altri vantano caratteristiche di comprensione universale e transculturale, si uniscono così in un unico e piacevole abbraccio armonico con il pubblico.

Ad ogni cambio di brano, ogni qual volta si aggiunga un suono, Danza e Musica evolvono, cambiano, si mescolano, aggiungendo una nuova tappa, una nuova “sosta”, nuovi profumi e sensazioni. Praticamente tutto quello che Viviana cercava. Con il gruppo di musica etnica-popolare Koradan, (www.koradan.com), si è esibita alla Festa della Musica di Roma (21 giugno 2017), sulla scalinata di Piazza di Spagnasuonando il sax ed altri strumenti etnici. Inoltre ha preso parte alla 30° edizione del “Buskers festival” di Ferrara (28 agosto 2017) e nel 2018, proprio con lo stesso gruppo ha vinto la 31° edizione “Buskers festival” di Ferrara.

Viviana Marconi

Nata a Roma a Colli Aniene, ha studiato al Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila sotto la guida del M° Berardini, laureandosi con il massimo dei voti; successivamente si è laureata anche in Lettere, indirizzo Storia della Musica, all’Università la “Sapienza” di Roma con 110/110 con la tesi: “Musica e regime. Dmitrij Šostakovic nel passaggio dalla Russia zarista alla nascita dell’Unione Sovietica (1906-1975)”. Ha frequentato diversi corsi di perfezionamento strumentale con i più importanti saxofonisti italiani e mondiali.    Ha collaborato con diverse compagini bandistiche recandosi anche all’estero (Belgio, 2000 e Turchia, 2003).  Dal 2008 al 2015 è stata I Sax Alto presso la Banda Musicale della Polizia Locale di Roma Capitale con la quale ha partecipato ai concerti ed alle manifestazioni organizzati a Roma e sul territorio nazionale. Ha insegnato tecnica strumentale e materie musicali in collaborazione con alcune associazioni musicali romane, tra le quali “A. Rubinstein”, “Eufonia”, “Armonie Musicali”, “Studio H”. Ha pubblicato, con la casa editrice Edizioni Associate, il libro “Musica e regime” ISBN 9788826704463, sulla vita, le sinfonie e le due opere teatrali di Dmitri Šostakovic. È risultata tra gli assegnatari del DIPLOMA D’ONORE e del DIPLOMA DI MERITO al concorso TIM  (Torneo Internazionale di Musica) edizioni 2008 e 2014 nella sezione di Critica Musicale. Ha proseguito gli studi sul repertorio saxofonistico con il M° Paoletti (2007-2009). Nel 2013 si è laureata con 110/110 presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, nel Biennio di II Livello di Saxofono, sotto la guida del M° Filippetti ed ha pubblicato, nel 2014, “Il Sax a Santa Cecilia”, ISBN 9788826704463 edizioni Sconfinarte. Nel 2017 l’incontro con i Koradan. Dal 2019 ha iniziato una collaborazione, come I Sax Alto, con la CI.ME.BO Wind Orchestra, con la quale si è esibita in diversi concerti nel territorio dell’Emilia Romagna, anche con solisti di fama internazionale tra cui Stefano di Battista. Il 7 giugno 2021 il lancio su Youtube, con il progetto Koradan, del brano “Tarab cafè”, su una sua improvvisazione al sax alto.

Noleggio attrezzature a Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati