Maximo, Lepidini: “Un’apertura oltraggiosa”

Redazione - 27 Novembre 2020

“L’odierna apertura del Maximo è un oltraggio”. E’ quanto dichiara in una breve nota Alessandro Lepidini, consigliere PD e candidato presidente al Municipio 9.

“Un’apertura che è un oltraggio al Laurentino, – continua il consigliere- quartiere per la cui riqualificazione questo mostro è stato realizzato, e per i suoi abitanti tagliati fuori nell’accesso da un’autostrada a quattro corsie. Davanti a un centro commerciale sfavillante di luci c’è tutto un quartiere che aspetta da anni il suo turno. Deliberatamente è stato decisa l’apertura nel black friday con opere pubbliche non realizzate e con un completo collasso del traffico. Un oltraggio agli operatori della sanità impegnati senza sosta nella cura delle persone colpite dal Covid-19.

“Un’apertura scandalosa che intorno al pretesto dell’Ordinanza del TAR Lazio, elevata a rango di verità assoluta,  è stata favorita dall’amministrazione pentastellata artefice di un’apertura lampo e del tutto al buio senza aver ottenuto nessun consistente vantaggio per il territorio, ferito dalla presenza di questo gigantesco corpo estraneo e dagli effetti dallo stesso indotti, congestione del traffico e inquinamento. Aver permesso questo scempio  è stata una scelta grave e irresponsabile della giunta Raggi compiuta nell’assoluto e complice silenzio di un Municipio ridotto a mero passacarte. Da quella che per Roma è stata una resa indecorosa – conclude Lepidini –  nessuno può però chiamarsi del tutto fuori”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti