Roma ricorda Enrico Berlinguer

Con una grande mostra multimediale all'ex Mattatoio di Testaccio fino all'11 febbraio 2024

Una straordinaria mostra multimediale (foto, filmati, libri su e di Berlinguer e libri appartenuti a Berlinguer, dipinti, manifesti, pannelli storico-didascalici, lettere autografe, documenti, appunti e tanto altro ancora) su uno dei più grandi politici e statisti italiani del XX secolo.

È la mostra ideata, organizzata e realizzata dall’Associazione Enrico Berlinguer, patrocinata dal Comune di Roma, con materiali provenienti dall’archivio della Fondazione Istituto Gramsci, consegnataria e custode dell’archivio dell’ ex Partito Comunista Italiano.

Tutta le tappe della vita di Enrico Berlinguer, sia privata che soprattutto politica: il suo pensiero, la sua carriera, i suoi incontri, le decisioni, gli eventi, le svolte che caratterizzano l’intensa e complessa attività di un uomo che ha fondato il suo agire politico su saldissimi principi morali; di un uomo che, grazie al suo carisma di leader, fu esempio e pietra di paragone per milioni di militanti, di simpatizzanti, di elettori non solo italiani ma anche di altri paesi; di un dirigente che ha guidato, in anni difficili e di profondi cambiamenti, il più grande partito comunista dell’Occidente, da lui condotto ai più elevati livelli di consenso elettorale e fino alle soglie dell’ingresso nell’area del governo del Paese.

È una mostra, quella da me visitata questo pomeriggio, che ha un grande valore storico e documentario, una mostra basata su criteri scientifici e che, perciò, rifugge da qualsiasi intento propagandistico o agiografico, ovverossia di santificazione a posteriori del personaggio (in un’Italia che, al contrario, è stata lestissima a santificare un politico privo di spessore morale come il “papi” di Arcore), ma che invece ha la finalità di evidenziare il profondo legame di Berlinguer con il movimento operaio italiano e la visione nazionale e internazionale della sua azione politica.

Una mostra, infine, che, per la sua ricchezza documentaria, dovrebbe circolare per tutte le principali città italiane ed essere proposta e fatta conoscere ai giovani studenti liceali e universitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati