Sigilli ad un cantiere, nel X Municipio, per gravi irregolarità

La ditta stava realizzando la messa in sicurezza della scuola Damiano Chiesa
riceviamo e pubblichiamo - 20 Dicembre 2007

Per mancanza di misure di sicurezza e per la presenza di tre operai senza contratto, due italiani e un polacco, il 19 dicembre, l’osservatorio comunale sull’occupazione e le condizioni del lavoro a Roma ha posto i sigilli ad un cantiere interno alla scuola Damiano Chiesa, nel X Municipio. Le pesanti irregolarità sono state contestate alla ditta Vts Ekos Srl, che, la mattina del 20 dicembre, è stata convocata dal XIV Dipartimento per rispondere delle inadempienze riscontrate.
L’aspetto ancor più grave dell’episodio riguarda il fatto che i lavori prevedevano l’abbattimento di due vecchi padiglioni, le cui pareti sono rivestite di amianto. Ed è stata questa la ragione che ha spinto il X Municipio ad affidare l’appalto, in somma urgenza, all’Ama, ritenendo quest’ultima, in quanto azienda municipalizzata, in grado di operare in sicurezza e trasparenza.
“E invece – dichiara il presidente del X Municipio, Sandro Medici – mi sono reso conto con sconcerto che la nostra azienda per l’ambiente non assicura quanto speravamo, preferendo trasferire lavorazioni così delicate ad aziende appaltatrici, che poi si rivelano inadempienti e perfino opache”. “Avevamo organizzato quest’opera di risanamento durante il periodo natalizio per motivi di sicurezza e per salvaguardare i bambini della scuola – aggiunge Alfredo Capuano, assessore alle politiche sociali – ci ritroviamo ora con il cantiere chiuso e con il rammarico di aver involontariamente favorito fenomeni di lavoro nero”.
“Mi domando e chiedo – riprende Medici – se in un clima del genere, con lavoratori che muoiono nei cantieri e nella crescente illegalità della condizione del lavoro, si può consentire che un’azienda pubblica, di proprietà del Comune di Roma, possa comportarsi con tanta leggerezza e irresponsabilità”.

Ufficio Stampa X Municipio

La risposta dell’AMA

In merito alle notizie relative alla chiusura del Cantiere della Scuola Damiano Chiesa AMA precisa che a seguito di una indagine documentale, richiesta da AMA, risulta che l’osservazione contestata, che ha portato alla chiusura del cantiere, non riguarda l’attività di bonifica amianto, pertanto non esiste alcuna situazione di pericolo incontrollata.

Le attività di bonifica amianto vengono effettuate operativamente da ditte specializzate iscritte all’albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti nella categoria 10 (attività di bonifica di beni contenenti amianto);

AMA utilizza da cinque anni le competenze della V.T.S EKOS senza che mai si sia riscontrato alcun problema.

È la prima volta che V.T.S. EKOS subappalta lavori (riconducibili al settore edile) funzionali all’attività affidata da Servizi Ambientali Gruppo AMA.

AMA rimane in attesa degli esiti dell’incontro in contraddittorio previsto per domani tra Osservatorio e la V.T.S. EKOS per chiarire la vicenda ed eventualmente assumere decisioni in merito.

Roma, 20 dicembre 2007


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti