Municipi: ,

Taxi, le novità del regolamento

La principale novità riguarda l’introduzione delle cosiddette “seconde guide”.

Taxi e Ncc si cambia: con l’approvazione del nuovo regolamento da parte dell’Assemblea capitolina, vengono introdotte nuove norme.

A presentarle, nel dettaglio, il Sindaco Roberto Gualtieri, l’Assessore alla Mobilità, Eugenio Patanè, e il Presidente della Commissione Mobilità, Giovanni Zannola.

La principale novità riguarda l’introduzione delle cosiddette “seconde guide”.

Con un’ordinanza il Sindaco introduce le turnazioni integrative per i Taxi:  la possibilità di far circolare la stessa macchina, guidata da due diversi autisti, su più turni durante la giornata. In questo modo, in caso di picco di domanda, sia a livello stagionale che in determinate fasce orarie, si potrà far ricorso alle turnazioni integrative.

Il turno ordinario sarà di norma di 9 ore, mentre quello integrativo sarà di due ore in meno. La misura garantirà un significativo aumento dell’offerta di vetture Taxi, andando incontro alle esigenze di cittadini e turisti.

Novità anche per quel che riguarda il sistema sanzionatorio: viene eliminato il cosiddetto cumulo di sanzioni ed è sufficiente la prima infrazione per giungere alla sospensione della licenza. Nel testo sono state inserite delle norme grazie alle quali sarà possibile definire i turni tramite un’apposita piattaforma web.

Iter più agevole anche per la trasferibilità delle licenze e la gratuità, per i tassisti, del servizio ‘chiama taxi 060609’ che diventerà un importante strumento per operatori, cittadini e turisti: sarà integrato con tutte le nuove tecnologie applicate alla mobilità, tra cui la Maas, Mobility as a Service.

Con questo provvedimento – ha commentato l’Assessore alla Mobilità Eugenio Patanè – veniamo incontro alle richieste delle categorie e alle esigenze dei cittadini romani e dei turisti. Molto importante è l’introduzione delle seconde guide che andranno a incidere sull’offerta di vetture taxi nei momenti più critici, in cui negli anni si sono registrate le principali carenze dal punto di vista del numero di vetture a disposizione. L’ordinanza sulle seconde guide si inserisce all’interno della visione più ampia della mobilità intermodale che ha come obiettivo prioritario la riduzione del traffico veicolare privato a vantaggio del trasporto pubblico”.

“Con l’ordinanza che introduce i cambiamenti nelle turnazioni per i taxi attraverso la cosiddetta seconda guida, la possibilità di far circolare la vettura con un altro guidatore anche alla fine di un turno, si amplia l’offerta del servizio soprattutto nei momenti di picco della domanda. Se l’adesione a questa nuova disciplina fosse simile a quella che c’è stata a Milano, a Roma vorrebbe dire l’equivalente di 1000 nuove licenze. Questa è una scelta che rientra a pieno nel contesto delle novità contenute nel nuovo Regolamento del servizio e in una strategia generale che punta all’umento dell’offerta e all’intermodalità per potenziare il trasporto pubblico” ha sottolineato il Sindaco Roberto Gualtieri.

Per maggiori dettagli leggi qui.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati