Teatro Valle, omaggio a Cimarosa, Rossini e Donizetti

Tre incontri-concerto e una mostra. Per ciascuno una lezione di storia e musicologia e un concerto

Il Teatro di Roma – Teatro Nazionale ha deciso di tenere alta l’attenzione sul Teatro Valle, in attesa della sua riapertura, con un vero e proprio Omaggio al Valle, focalizzato stavolta (dopo una mostra organizzata la scorsa stagione) su un aspetto importante della storia di questo teatro, quello dell’Opera Buffa, realizzato in collaborazione con Roma Tre Orchestra.

Domenico Cimarosa, Giachino Rossini e Gaetano Donizetti sono gli autori amatissimi dal pubblico del teatro settecentesco progettato dall’architetto Tommaso Morelli: a ciascuno di loro sarà dedicato un incontro articolato con una vera e propria lezione di storia e musicologia ed un concerto che ne fa rivivere le arie. Tutti gli appuntamenti si terranno nella Sala Squarzina del Teatro Argentina.

Il programma degli incontri

Qui il programma degli incontri e brevi note sui relatori

Al Teatro Valle è dedicata anche la mostra Teatro Valle: tre secoli di spettacoli, per ricordare e festeggiare i quasi tre secoli di attività del teatro romano inaugurato nel lontano gennaio 1727. Incontri ed esposizioni nella Sala Squarzina e nei salottini del Teatro Argentina sugli artisti e gli spettacoli che hanno fatto la storia del Teatro Valle. Da Adelaide Ristori a Eleonora Duse, da Scarpetta ai De Filippo, da Totò alla Magnani, dai Sei personaggi in cerca d’autore al Giardino dei ciliegi, dall’Ente Teatrale Italiano ai nostri giorni.

Per la sezione dedicata a Cimarosa, Rossini e Donizetti, il salottino a fianco della Sala Squarzina ospita un’esposizione che ricorda i maestri dell’Opera Buffa del primo Ottocento con illustrazioni, approfondimenti e curiosità.

L’esposizione è accompagnata dall’opera/installazione Buffe risonanze, che utilizza il suono e lo spazio come strumenti espressivi e rende omaggio alle composizioni presentate per la prima volta al Teatro Valle di Roma: Il pittore parigino, La Cenerentola, L’ajo nell’imbarazzo.  Una ‘creatività tecnologica’ grazie alla quale rivivere quei momenti storici, ma anche reinterpretarli, dando voce a una narrazione filologica ma anche dinamica e divertente. Con Buffe risonanze riviviamo, come fossimo lì, le abitudini, le aspettative e le reazioni del pubblico di un tempo: nobili, popolani e maestranze.

Omaggio al Valle

11.12, 15.1 e 12.2 Sala Squarzina alle 19

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati