Il tenore cinese Jun Wei Xie vince il “Mikrokosmos” di Roma

Il Concorso musicale è promosso dall’Associazione “Anton Rubinstein” di Colli Aniene
Federico Carabetta - 16 Agosto 2016

La sera del 3 agosto 2016 si è conclusa la I Edizione del concorso internazionale “Mikrokosmos” organizzato a Roma dalla Scuola di Musica “Anton Rubinstein”, fondata e diretta dalla pianista Sara Matteo, in collaborazione con “ProfiTourItalia” di Viviano Bloise. Un’esperienza per certi versi esaltante sia per la splendida riuscita del concorso sia per il prestigio internazionale che l’evento comporta.

Dopo le semifinali svoltesi il giorno 2 agosto presso la scuola di Musica “Anton Rubinstein” di via E. Rossi a Colli Aniene che ha messo a disposizione tutta la sua struttura i concorrenti si sono ritrovati a gareggiare per il gran finale il giorno dopo alla Sala-concerti di S. Lucia del Gonfalone in via dei Banchi Vecchi. Tra i partecipanti una folta delegazione di scuole cinesi con ben 11 elementi tutti giovani cantanti lirici provenienti da una severa pre-selezione nella loro patria specialmente dalle province di Pechino e di Guangzhou  dove l’opera di reclutamento della ProfiTourItalia ha svolto un egregio lavoro di divulgazione del concorso.

La Giuria era composta da Sasha Bajcic pianista serbo-russo di fama internazionale che ha compiuto i suoi studi presso il Conservatorio Tchaikowsky di Mosca ed è attualmente il rappresentante tra i più accreditati della “scuola russa” in Italia e tiene corsi di perfezionamento pianistico presso la Scuola di Musica Anton Rubinstein; quindi il flautista Luigi Tufano docente al Conservatorio dell’Aquila e tra i maggiori studiosi al mondo di musica antica interpretata al “traversiere”; poi ancora la soprano Ling Zhou Xian formatasi al Conservatorio di Padova  e divenuta in seguito Cavaliere della Repubblica Italiana per meriti artistici,  membro permanente della giuria del Concorso “Zandonai”. La stessa Prof Xian è stata eletta all’unanimità presidente della Giuria del Concorso. Ha vinto il I premio con il punteggio di 98/100 il tenore Jun Wei Xie che ha interpretato come brano finale “Che gelida manina” di Puccini. Il giovane ha mostrato carattere, sicurezza, padronanza dei propri mezzi e della scena. Al secondo posto della sezione “lirica” la soprano Yoquing Zyang con 95/100 e al terzo posto Zihuang Guo che ha condiviso la postazione ex-aequo con la collega soprano Enc Luo ambedue con 90/100.

sara matteoLa regia del direttore artistico Sara Matteo ha permesso uno svolgimento lineare e piacevole del concorso. La stessa era coadiuvata dall’eccellente interprete cinese Chen Chen. I brani degli artisti cinesi sono stati accompagnati tutti dalla versatile ed esperta pianista Xiaoli Deng del Conservatorio di Xian mentre il concorrente flautista Daniele Salvagno è stato accompagnato da Sara Matteo. Il concerto finale si è arricchito della presenza del Maestro Michele Tisei insegnante di violino ai corsi preaccademici di S. Cecilia e fondatore dell’Associazione culturale di musica olistica. Dopo il suo incipit i suoi migliori allievi hanno dato prova di bravura ma hanno anche dimostrato di possedere quella dote perseguita dal maestro Tisei della “musica che scende dalla mente e porta al cuore”.

Il concorso si è svolto a seguito di partecipazione a corsi master nei paesi di provenienza. La piena riuscita di questa prima edizione fa ben sperare nel prosieguo di molte altre. L’Associazione “Anton Rubinstein” con la sua Scuola di Musica e la ProfiTourItalia sono già al lavoro; la prima per garantire il livello e la qualità musicale e la seconda per assicurare viaggi e soggiorni confortevoli. La manifestazione si ripeterà ogni anno ed avrà come obiettivo principale la promozione dell’amicizia tra i popoli, la scoperta di talenti giovanili nel settore musicale, la conoscenza delle diverse culture e lo scambio di esperienze tra i giovani di tutti i  Paesi.

La tempestiva concessione del patrocinio gratuito alla manifestazione da parte della nuova giunta del IV Municipio Tiburtino del Comune di Roma ha suggellato la bontà dell’iniziativa che, con il suo carattere internazionale, fa onore al territorio e alla Città.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti