Trilussa e Rosa Tomei a Cori

Un inedito del poeta e una poesia nuova con la musica di Mario Alberti

Domenica 28 maggio, nella splendida cornice della chiesa di Sant’Oliva, nella città di Cori, alle ore 21:00, si svolgerà il concerto, Trilussa e Rosa Tomei a Cori, organizzato dall’Associazione Culturale La Terzina, che anche quest’anno continua a stupirci portando in scena una rappresentazione inedita e sempre nuova, ricca delle musiche eseguite dal Maestro Mario Alberti e dal quintetto di clarinetti BLUE CLARINETS.

La Terzina unisce la musica di Mario Alberti ai versi di Trilussa, il poeta definito assertore del libbero pensiero. Trilussa (1871-1950) pseudonimo di Carlo Alberto Camillo Salustri è stato un poeta, uno scrittore e anche un giornalista italiano noto per le sue composizioni in romanesco. Parole di saggia satira e al tempo stesso di profondo lirismo sulla realtà del tempo, che oggi sono prese come spunto per riflessioni di una stringente attualità.

Con un linguaggio arguto, appena increspato dal dialetto borghese, Trilussa ha commentato circa cinquant’anni di cronaca e storia, sia romana che italiana, facendo di lui non solo un intellettuale quindi, ma anche un poeta commentatore.

Un Trilussa inedito quello proposto da La Terzina, un classico della letteratura, riscoperto e rivalutato in questi ultimi anni grazie ai nuovi studi e al prezioso contributo di Secondina Marafini, docente di greco e latino ed esperta di Trilussa. Dalle sue ricerche emerge il famoso Studio Trilussa, una vera fucina di idee, e viene riscoperta anche la sua vita privata ed il legame per Rosa Tomei. Finora trascurata, Rosa Tomei era una ragazzina prodigio di origine corese, che trasferitasi a Roma a soli 14 anni, venne scoperta da Trilussa che la mise sotto la sua ala protettrice.

Un’occasione per conoscere, rivalutare e riscoprire una figura importante accanto a quella del poeta, così come afferma il Presidente della Provincia di Latina Gerardo Stefanelli: “L’evento organizzato dall’associazione culturale La Terzina rappresenta, sia per il comune di Cori che per la provincia di Latina, una importante occasione per conoscere e dare il giusto risalto a Rosa Tomei, per tanto tempo al fianco del poeta e scrittore Trilussa e sua erede intellettuale, nata e sepolta nel centro lepino. Valorizzare e celebrare la figura di questa donna, il cui merito va alla professoressa Secondina Marafini che su di lei ha condotto una scrupolosa e attenta ricerca, è un modo per salvaguardare una parte importante della storia locale, del nostro territorio portando alla luce il lavoro e l’impegno di figure poco conosciute ma che hanno avuto un ruolo culturale di grande livello. Se il lavoro di Rosa Tomei accanto a Trilussa sta suscitando interesse tanto da essere portato alla luce a distanza di alcuni decenni, questo non può che inorgoglirci come cittadini della provincia di Latina”. Stefanelli conclude poi, con un ringraziamento all’ideatore dell’evento: “A Mario Alberti flautista e compositore nonchè presidente dell’associazione La Terzina, ideatore dell’evento, che riunisce letture e musiche per celebrare Trilussa e Rosa Tomei, va il nostro grazie per questa iniziativa che la Provincia ha patrocinato con grande convinzione”.

Trilussa, il poeta vicino al popolo, torna in mezzo alla gente e la sua voce risuona grazie all’intervento mirabile di Mario Alberti che ha musicato i versi del poeta. Durante il concerto ci saranno diversi contributi da parte di relatori d’eccezione: il Prof. Aldo Onorati, il Prof. L. Rino Caputo e la Prof.ssa Secondina Marafini. All’evento si unirà anche l’attrice Francesca Corbi che interpreterà alcuni versi di Rosa Tomei.

“Siamo contenti che Cori ospiti un evento dedicato a Trilussa e alla figura di Rosa Tomei, che verrà così ricordata nel suo pese natale, dove riposa, e dove il suo ricordo è ancora vivo nei racconti di quei concittadini che la conobbero”. Così si esprime il Sindaco di Cori Mauro Primio De Lillis e prosegue: “Ci piace sottolineare ancora una volta che ben lontano dall’essere governante o serva, Rosaria Tomei – che Trilussa chiamava Rosa – era una donna forte che fu per venti anni accanto al poeta di Roma con coraggio e dedizione, una persona rimasta sempre in silenzio nell’ombra di un’icona della letteratura italiana, ma soprattutto poetessa di indubbie capacità, che crebbe come intellettuale sotto la guida di Trilussa tanto da conoscere i classici e comporre in italiano romano”.

L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale La Terzina in Partenariato con il Comune di Cori, con il Patrocinio del Ministero della Cultura, Regione Lazio, Provincia di Latina, Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati