XV municipio: una pista ciclabile sulla Cassia. Fd’I : «L’ultima follia della Raggi»

Lungo 3 km della Consolare, da piazzale Ponte Milvio all'inizio di via Oriolo Romano
Redazione - 27 Agosto 2021

Anche il XV municipio, finora indenne dalla frenesia a 5 Stelle per le piste ciclabili, avrà la sua pista per le biciclette: partirà da piazzale Ponte Milvio, passando, dopo una ripida salita, per piazza Giochi Delfici e la Cassia ‘Antica’, per raggiungere in discesa la via Cassia Nuova all’incrocio con via Oriolo Romano.

Ne dà notizia il consigliere municipale Giorgio Mori di Fratelli d’Italia, dopo averlo appreso dagli uffici del Dipartimento Mobilità di Roma Capitale: «quello che temevamo come un vero e proprio incubo sta per divenire realtà anche in XV Municipio. L’amministrazione Cinquestelle, dopo aver fatto saltare la mobilità di interi quadranti, come ad esempio sulla Tuscolana, a Prati Fiscali e, da ultimo, a Via di Pineta Sacchetti col chiaro il intento di “incendiare i pozzi” prima di abbandonare la guida della Capitale a chi li seguirà, ha deciso di realizzare un’altra folle improvvisata “pista ciclabile” anche sulla Cassia».

Sulla Consolare tra salite e discese

«Molti quartieri sono in fibrillazione – scrive in una nota il Consigliere – in quanto questi scellerati innesti su un tessuto urbano di mobilità già fragile per la ridotta potenzialità delle Metropolitane rappresentano un vero e proprio colpo di grazia per i cittadini. Finora il XV Municipio era stato risparmiato, ma la Sindaca ha deciso che l’ “accanimento terapeutico” doveva essere destinato anche a noi. E così si prospetta, al termine di una serata di movida o un aperitivo a Ponte Milvio, un vero e proprio “gran premio della Montagna” a Piazza Giuochi Delfici, in vista dello strappo finale che farà la selezione dei più sobri sulla Cassia antica. Per non pensare a cosa potrebbe accadere a chi dovesse tentare la fuga in discesa, magari facendo un capitombolo all’incrocio con Via di Cortina d’Ampezzo.»

Qui si è decide di prendere il pennello e colorare pezzi di strada

«Le piste ciclabili sono uno strumento serio utilizzato da quasi tutti gli amministratori della capitali europee – precisa Mori – che però prima hanno sviluppato un progetto di mobilità intermodale con una rete organica al tessuto cittadino. Qui invece si è deciso di prendere solo il pennello e colorare pezzi di strada in vista delle elezioni nella speranza di convincere, con specchietti per le allodole, quel tesoretto elettorale rappresentato dagli amanti della bicicletta per tentare di arrivare disperatamente al ballottaggio con le unghie e coi denti.»

«Fratelli d’Italia – conclude – si opporrà con tutte le proprie forze a questa follia anche a costo di occupare fisicamente i cantieri, financo incatenandosi, al momento della realizzazione che inevitabilmente potrebbe avvenire solo con un blitz realizzato col favore delle tenebre. Per tale ragione chiediamo a tutti i cittadini di tenere gli occhi aperti di giorno e sopratutto di notte.»

Pubblicità elettorale Regionali 2023

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti