Andrea Paternesi e Laura Tedeschi vincono “I 3000 del Parco” a La Rustica

Aldo Zaino - 1 Maggio 2022

La manifestazione sportiva “I 3000 del Parco” si è svolta il 1° maggio 2022, nel Parco Montagna. All’evento hanno partecipato in molti, i grandi per la non competitiva, e gli alunni delle scuole del posto per partecipare al Memorial Lucio Conte fondatore dell’A.P.S. Associazione Promozione Sociale.

Italo Merolli e Emanuela Bucchi si sono avvalsi di un gruppo di collaboratori volontari per la buona riuscita dell’evento. Una leggera pioggerellina ha infastidito gli organizzatori durante le premiazioni. Per fortuna sono stati utilizzati i tanti gazebo posizionati nel posto per le presentazioni pubblicitarie per ripararsi dalla pioggia.

Come tutte la corse podistiche che si rispettano il segnale di partenza come da programma è stato effettuato alle ore 10 in punto da Italo Merolli. Il pubblico si è divertito ed entusiasmato nel vedere correre gli atleti per la non competitiva per il ripetersi il passaggio per i tre giri in programma per un totale di 3000 metri. Molti gli atleti quotati fra di essi Donatella Michetti, Campionessa Italiana Marcia 3000 Indor F 55.

Nella stessa mattinata si sono svolte le gare delle categorie giovanili, divise in pulcini fino a 6 anni, che hanno percorso 80 metri, esordienti 300 metri, ragazzi 500 metri, cadetti e allievi 1000. Vedere questi pargoletti emozionati alla partenza e felici durante le premiazioni per aver ricevuto una medaglia a ricordo dell’evento, ha dato ai grandi l’impressione che in futuro avremo nuovi Campioni.

 

Le premiazioni dei primi tre arrivati e delle prime tre sono state effettuate dal Presidente del V Municipio Mauro Caliste e dall’Assesore municipale allo sport Marco Ricci.

Classifica Generale: al primo posto si è piazzato: Andrea Paternesi, seguito da Mario Di Benedetto e Antonio Gallone.

Fra le donne, prima al traguardo Laura Tedesco, seconda Giuseppina Serra, seguita da Donatella Michetti.

Palestra e piscina 1 mese gratis a Tor Tre Teste

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti