Calcio: esordio positivo per la Nuova Tor Tre Teste

Nei campionati regionali Juniores, Allievi e Giovanissimi. Già superati, nella scuola calcio, gli iscritti dello scorso anno
di A. D. - 17 Ottobre 2005

Mese denso di impegni quello di ottobre per il Centro sportivo di via G. Candiani che ha fatto registrare gli esordi vittoriosi delle squadre che partecipano ai campionati delle tre categorie regionali Juniores, Allievi e Giovanissimi.
Non da meno sono risultate le due compagini partecipanti al campionato regionale Coppa Lazio d’élite, entrambe risultate vittoriose.

Una nota di merito va ai Giovanissimi di mister Becchetti che seppur in inferiorità numerica sono riusciti a strappare un successo esterno contro l’ostica compagine del Savio nella prima giornata e la vittoria in casa con il San Lorenzo nella seconda.

Interessante esordio, nella metà del mese, per le due squadre di Giovanissimi provinciali fascia B, soprattutto per quella di mister Gattanella che parteciperà con un intero gruppo di nati nel 1993 contro avversari di un anno più grandi.

In attesa dell’inizio dei tornei Pulcini ed Esordienti, fissato per la metà di novembre, la Scuola Calcio ha avviato le amichevoli per i suoi 14 gruppi squadra.

La Scuola Calcio ha già superato il numero di iscritti nella scorsa stagione sportiva confermando così quel trend positivo che da qualche anno sta accompagnando il Gruppo Sportivo Dilettantistico Nuova Tor Tre Teste.

Ma l’attività non si ferma solo al calcio giocato. Per la fine di ottobre è previsto un corso di primo intervento per tutti i dirigenti accompagnatori.

Ad invitare i giovani alla pratica sportiva (presso gli impianti di via G. Candiani del G. S. D. Nuova Tor Tre Teste, si pratica anche Rugby e Atletica) arrivano anche i dati di un’indagine dell’Inran: a Roma in una classe di 20 bambini, due sono obesi e cinque risultano in sovrappeso.

La patologia del sovrappeso affligge più le zone periferiche della capitale. Infatti, secondo l’indagine, su 151 alunni di una scuola media di Centocelle, il 16 per cento è risultato obeso.
Oltre ad un’alimentazione più equilibrata urge, quindi per i nostri bambini, una maggiore pratica sportiva.

Non lasciamo i nostri bambini chiusi in casa, davanti ai televisori o ai videogiochi: spingiamoli a muoversi, a fare sport.

Servizi Funebri Moretti

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti