Carabinieri denunciano pataccaro di reperti archeologici falsi

L’uomo fermato, un romano di 52 anni, stava trafficando all’interno della propria auto
di Franco Leggeri - 11 Ottobre 2009

Roma: Venerdi 9 ottobre Carabinieri del Reparto Operativo Tutela Patrimonio Culturale hanno intercettato e fermato un “pataccaro” con l’auto piena di falsi reperti archeologici.

L’uomo fermato, un romano di 52 anni, stava trafficando all’interno della propria auto. All’interno dell’autovettura sono stati trovati dei grossi sacchi con falsi reperti archeologici, tra cui vasi attici ed etruschi, tipo lekythos, crateri e figure rosse, hidria e oinochoe. I manufatti , di ottima fattura, ma rigorosamente falsi erano destinati al mercato clandestino. Con ogni probabilità si potevano trovare nel mercato di Porta Portese e pronti per essere venduti a qualche ignaro acquirente.

L’uomo è stato denunciato a piede libero, ma sono in corso ulteriori indagini al fine di scoprire la provenienza dei falsi reperti e individuare l’autore ed il laboratorio clandestino.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti