Drive in per vaccinazioni al Valmontone Outlet

Enzo Luciani - 13 Aprile 2021

Presentato il 13 aprile 2021 il primo drive in per le vaccinazioni anti Covid-19 nel Lazio. Sarà attivo dal 19 aprile negli spazi del Valmontone Outlet insieme ai nuovi hub che si stanno aprendo in questi giorni e potrà arrivare fino a 3mila vaccinazioni al giorno.

E’ nato da una idea del dottor Alberto Perra (dirigente del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica) ispirato al Drive in di Denver in Colorado.

Come funzionerà il Drive in

Si creerà una isola vaccinale dove un medico e 2 infermieri vaccineranno contemporaneamente 4 automobili che entreranno ai vertici dell’area.
Le isole nel Drive in saranno 7 più una ottava predisposta in caso di eventuale soccorso.
Dopo 15 minuti di attesa nel posteggio verrà eseguito il check out e si potrà abbandonare l’area.
Tutte le fasi, dall’arrivo all’uscita, sono informatizzate e gestite da personale qualificato.

70 le unità di personale che saranno coinvolte più i volontari e la protezione civile (con 40 persone).

Tutto il percorso dovrebbe durare tra i 20 e 22 minuti, per 2.500, 3.000 persone al giorno.

Il Drive in è realizzato su 20.000 mq in un’area dei parcheggi del Valmontone Outlet.
Il Centro vaccinale è nato dalla collaborazione tra Assessorato regionale alla Salute, Comune di Valmontone, ASL Roma 5 e Valmontone Outlet (DWS & Promos).

Adotta Abitare A

A presenziare all’appuntamento il Presidente Nicola Zingaretti e l’Assessore alla sanità Alessio D’Amato, il Direttore Generale della Asl Roma 5 Giorgio Santonocito, il Sindaco di Valmontone Alberto Latini e per Real Estate Italia DWS e Promos (proprietà e società gestione Valmontone Outlet) Giuseppe Colombo e Carlo Maffioli.

Serve chiarezza

“Anche oggi stiamo dimostrando di essere un modello in questa campagna vaccinale. Ci stiamo attrezzando per arrivare alla capacità di 60mila vaccinazioni al giorno, significa però avere a disposizione 1.800.000 dosi al mese, su questo voglio essere chiaro perché c’è sempre un balletto tra la struttura commissariale e le regioni.
Partiremo con il vaccino Johnson & Johnson che ci sarà fornito in quantità molto modeste ma vogliamo concentrarne la maggior parte qui per dare un segnale importante” ha dichiarato D’Amato.
“Noi ce la faremo ma ci serve la chiarezza, ci devono dare le dosi necessarie, ci devono dire quando arrivano, quante ne saranno disponibili a maggio per ogni tipo di vaccino, perché abbiamo bisogno di una programmazione” ha concluso D’Amato.

Poche ore dopo, alla notizia che l’FDA americana ha sospeso proprio il vaccino J&J, l’assessore D’Amato ha ribadito che sia “bene che sul vaccino Johnson & Johnson ci sia una decisione rapida, chiara, definitiva, senza tentennamenti ed incertezze. Bisogna evitare di fare ciò che è stato fatto con il vaccino Astrazeneca.
Le autorità si pronuncino con una voce sola, anche perché negli USA si trovano in una situazione totalmente diversa avendo già somministrato alla popolazione milioni di dosi. Mi auguro che si mantenga un livello di razionalità e di pragmatismo, il rischio di una tempesta perfetta è molto alto”.

Come arrivare al Valmontone Outlet


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti