Genoa-Roma 1-3, le pagelle

Mkhitaryan autentico mattatore. Bravi anche Pellegrini, Pedro, Veretout e B. Peres. Male Mayoral
Gianluigi Polcaro - 9 Novembre 2020

GENOA: Perin 6; Biraschi 4,5, Bani 4,5, Masiello 5 (69′ Ghiglione 5), Criscito 5; Lerager 5,5 (81′ Bedelj s.v.), Radovanovic 4,5 (69′ Pellegrini 5,5), Rovella 5; Zajc 5 (81′ Destro 6), Pjaca 6,5 (61′ Pandev 5,5); Scamacca 6. All.: Maran 5,5

ROMA:

Pau Lopez 6

Rientra da titolare in una gara poco pericolosa per lui, anche se sul gol preso, se fosse stato un passo più avanti, qualcosa in più avrebbe potuto fare

Dar Ciriola asporto

Mancini 6,5

Una distrazione a inizio gara a cui subito rimedia. Per il resto qualche rischio per la difesa nella parte centrale del match, ma si fa trovare pronto e ordinato tatticamente

Smalling 6

Ci mette sempre una pezza provvidenziale sia di testa che di piede, ma sul voto pesa l’errore in uscita, completamente fuori tempo su Scamacca, che fa prendere il gol alla Roma

Ibanez 6,5

Qualche imprecisione in fase difensiva, ma è un portento palla al piede. Sta crescendo di personalità

Karsdorp 6

Si vede poco e c’è da dire che gli uomini di Maran lo lasciano in pace in quella zona. Al piccolo trotto ma continuo fino alla fine

Pellegrini 7

Si cala con dedizione nel ruolo di intermedio macinando chilometri tra difesa e attacco. Spesso è Veretotut a far girare palla, ma i colpi in verticale li prova lui, come la perla per Cristante che spreca davanti al portiere

(87′ Villar) s.v.

Veretout 7

E’ il faro del centrocampo e sa spingere sulla trequarti creando sempre azioni pericolose. Con lui in mezzo i compagni si sentono liberi di esprimersi al meglio

Spinazzola s.v. Problemi muscolari che lo costringono a uscire anzitempo

(14′ Bruno Peres) 7

Ancora una prestazione importante. Si fa tutta la fascia garantendo quella mobilità che non fa rimpiangere Spinazzola sulla sinistra. Si ritrova almeno due volte la porta davanti, ma non sa capitalizzare al meglio. Nel finale si fa perdonare con un assist perfetto per la seconda rete di Mkhitaryan

Pedro 7

Oggi non segna, ma è sempre nel vivo delle azioni giallorosse. I suoi guizzi non sono mai fini a se stessi, ma regalano duetti e fraseggi di classe con i compagni

Mkhitaryan 9

Che dire di un giocatore che sotto porta è uno dei più forti in circolazione; i suoi fraseggi con Pedro e i compagni, non solo diventano devastanti, ma arricchiscono la squadra della qualità che solo i grandi giocatori riescono a tirar fuori dai compagni. I tre gol sono da cecchino vero. Mattatore

Borja Mayoral 4,5

Un passo indietro rispetto alla convincente prestazione di coppa col Cluji. Sbaglia un gol senza nemmeno prendere lo specchio della porta. Male il dialogo coi compagni e sempre fuori sincrono. Va aspettato all’ombra del grande campione bosniaco

(61′ Cristante) 6

Subito grande dedizione alla causa. Ottimo l’assist per Bruno Peres che spreca; poi è lui che sbaglia un gol clamoroso davanti al portiere quasi battuto

All.: P. Fonseca 7,5

E’ decisamente la sua vittoria. Ha saputo affidarsi a campioni fortemente voluti per orchestrarli nel modo che conosciamo e i frutti iniziano a vedersi. Mossa vincente quella di posizionare Mkhitaryan centravanti al posto di uno spento Mayoral. Qualche rischio la squadra lo prende, come sempre, ma ora il gruppo è compatto e tutti sanno che i fenomeni lì davanti finalizzano quanto di buono produce la squadra, anche quando ci sono assenze pesanti come oggi

Arbitro: Irrati 6: Sull’eventuale rigore per la Roma per il fallo di mani in area di Lerager preferisce sorvolare. Per il resto sa far scorrere con scioltezza una bella partita


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti