Gran Carnevale Romano sulla Tiburtina: che fine farà la festa tanto attesa?

mesto compleannno di Tiburtello. Otto candeline appannate dalla recente scomparsa di Gianni Borgna, che il 26 febbraio 2006 faceva "da padrino" alla nascita della nuova maschera

Siamo in periodo di Carnevale ma quest’anno a Roma, forse a causa della crisi e della recente alluvione, non si sente ancora parlare di grandi appuntamenti carnascialeschi pur se non c’è da rimpiangere di certo la milionaria e discutibile interpretazione che il Campidoglio ha voluto mettere in campo negli ultimi anni, più trionfo del Circo Equestre e di Corpi militari a cavallo che “Rinascita del Carnevale Romano”. Anche sul fronte del “Gran Carnevale Romano” sulla via Tiburtina,  un evento molto atteso,  grava una spessa nebbia.  In questi frangenti è bene ricordare che la tradizionale manifestazione ideata nel 2002 da Rosangela Castelli e Toni Sarnataro, con lo scopo di dare moderna continuità al Carnevale Romano Storico, che negli ultimi undici anni ha avuto grande successo e partecipazione rendendo via Tiburtina  un polo fondamentale del Carnevale Capitolino. L’antica consolare infatti, prima dei cantieri la strozzassero, veniva trasformata tra via Cave di Pietralata e Via di Casal Bruciato, in uno smisurato palcoscenico di 30.000 mq, in un’immensa isola pedonale con un percorso di 1,5 km lungo il quale si allungava la Grande Sfilata dei tanti Carri Allegorici , vi impazzavano i numerosi fantasiosi Gruppi Mascherati realizzati con il territorio e trovavano sfogo numerosissime persone provenienti non solo dalla Città ma anche da paesi e cittadine del Lazio al seguito delle loro maschere locali. Però, vista la crisi che imperversa, considerata la lentezza dei cantieri che ancora invadono la corsia centrale della consolare, a nostro parere c’è poco da sperare non solo per quest’anno, ma pure per il futuro, perlomeno su via Tiburtina. Cercando notizie almeno su Internet, dal profilo Facebook di Tiburtello maschera Ufficiale del Gran Carnevale Romano e  “Prima Maschera 2.0” al mondo, abbiamo tra l’altro trovato un prezioso ricordo e documenti filmati  del recentemente scomparso Gianni Borgna, che in veste di Assessore alla Cultura del Comune di Roma sostenne il Gran Carnevale Romano e tenne a fare da illustre “padrino” alla nascita proprio del Tiburtello, che compirà 8 anni il 26 febbraio prossimo.

Il rimpianto Gianni BORGNA in un’intervista del 2006 , anno della nascita di “Tiburtello” , così si espresse:  “…Il Carnevale è anche una Festa Culturale;    a Roma il Carnevale nell’antichità, fino ancora a non molti secoli fa, era una grande festa e anche una grande scenografia che coinvolgeva tutta la Città.     Stiamo cercando di rinverdire un po’ questi fasti del passato, e mi fa molto piacere che in Tiburtina, ormai da anni, il Carnevale ha messo nuove radici,  è insieme un fatto Popolare ma anche Artistico. …Tiburtello era la curiosità principe anche per me, speriamo divenga nel tempo una Maschera celebre come le grandi Maschere Italiane del passato… – Quale migliore augurio? Borgna ha legato il Carnevale del passato al nostro in Tiburtina,  ma la cosa da evidenziare  è che lui è stato il “padrino” di TIBURTELLO, lo ha consacrato e ufficializzato, gli ha augurato di divenire nel tempo celebre come le maschere del passato. Da sottolineare che questo sta avvenendo: Tiburtello vive da otto anni, ha un suo profilo Facebook e comincia a dire la sua ed in molti lo collocano da tempo nel “parco” Maschere Romano, accanto ai più celebri Rugantino e Meo Patacca. In attesa di poter fornire notizie, auguriamo alla manifestazione di riuscire a proseguire nel suo percorso di crescita e di riscoperta della Tradizione e dell’Identità Romane, ed a Tiburtello di realizzare quanto auguratogli dal compianto Gianni Borgna.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati