In 70.000 per il Gran Carnevale Romano in Quinta

In via Tiburtina è nata la nuova maschera romana: il ‘Tiburtello’

Anche quest’anno il *Gran Carnevale Romano in Quinta, alla sua quarta edizione si è confermato il primo carnevale di Roma. Domenica 26 febbraio, dalle 15 alle 20, 70.000 persone hanno invaso i 30.000 mq di isola pedonale di via Tiburtina chiusa da via delle Cave di Pietralata a via di Casal Bruciato.

Alle gare oltre ai carri e ai gruppi mascherati hanno partecipato maschere singole, di coppia e intere famiglie in costume. Costumi realizzati per lo più con materiale di uso quotidiano e di recupero, un suggerimento dato agli iscritti alle gare, per sensibilizzarli all’utilizzo di materiali di riciclo.

Ma l’evento eccezionale è stato la nascita della nuova Maschera Romana: “Tiburtello”, celebrata da 10 compagnie teatrali che per l’occasione hanno interagito tra loro in un grandioso spettacolo in piazza. Anche la Compagnia Teatrale del Comune di Castelnuovo di Porto è ”scesa a Roma” per festeggiare l’avvenimento. Tiburtello, si è presentato in versione moderna: con grandi occhiali da sole e pantaloni a vita bassa ed è stato festeggiato da un intero territorio in fermento che da diversi mesi si è preparato alla nascita di questo personaggio.

Come nella sfilata di sabato 25 febbraio al XXVI Carnevale della Parrocchia di S. Atanasio, le contrade di S. Atanasio, si sono posizionate al Primo, Secondo e Terzo posto con i CARRI: “L’Influenza Aviaria”, “Siamo fatti così” e Tarocchi, fatture e… Taroccati”.

I vincitori della Gara GRUPPI MASCHERATI sono stati: La Scuola Media Statale "Lucio Lombardo Radice" con il tema "Il Mondo della Magia: Fate, Maghi, Streghe e pozioni magiche" ed una esibizione coreografica dal titolo "Tarantella Sorrentina"; A.S.C. "LUDICA" con il tema ed esibizione coreografica "Pulcinella Ballerino"; la "Comunità di S.Egidio" con il tema ed esibizione coreografica "Il Paese dell’Arcobaleno" (esecuzione realizzata su musiche Rom da bimbi della stessa etnia). Tra i vincitori della Gara MASCHERE SINGOLE: la piccola Eleonora con la maschera di "Fragolina"; il piccolo Christian con la maschera di "Lupetto della Roma" e il cagnolino Yuri con la maschera di "Superdog". Ma la stravincitrice nella Gara FAMIGLIA IN MASCHERA, la famiglia Carulli con il tema "La famiglia Cesso".

In tribuna d’onore, insieme al presidente del V Municipio Ivano Caradonna, e alla sua Giunta, tante autorità capitoline tra cui l’assessore Gianni Borgna, Raffaella Milano, Maria Coscia e Consiglieri del Comune, della Provincia e del Municipio.

*Il Gran Carnevale Romano in Quinta è una grande manifestazione popolare in crescita, organizzata da Ichnostudio e sostenuta dall’assessorato alla Cultura, alla Periferia, alle Politiche Educative e alle Politiche Sociali del Comune di Roma, dal Municipio V e dalla Provincia di Roma.
Ogni anno è la manifestazione più partecipata del V Municipio e fra quelle con più presenze della Capitale, rappresentando un primato fra le manifestazioni carnevalesche di Roma: dalla Prima Edizione, tenuta a battesimo da Sabrina Ferilli che ha visto la partecipazione di ben 20.000 persone in una sola giornata di festeggiamenti, alle 40.000 nella Seconda, fino ad arrivare alle 60.000 presenze della scorsa Edizione e alle 70.000 di quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati