Lazio-Inter 0-2: Ko per i biancocelesti, la decidono Lautaro e Thuram

La capolista passa all’Olimpico e aumenta a 4 punti il vantaggio sulla Juve immediata inseguitrice
FOTO SS LAZIO

Il ‘ciclone’ Inter si abbatte su una Lazio in casa all’Olimpico che promette ma non mantiene, tradita da errori e occasioni sprecate.

E’ così che dopo un buon inizio, la squadra di Sarri va sotto e si perde alla fine del primo tempo per colpa di uno svarione di Marusic che mette su un piatto d’argento a Lautaro Martinez il gol del vantaggio. 0-1 che l’argentino dedica mostrando nell’esultanza una maglia speciale (con la scritta “Fuerza Bahia Blanca”) per la sua città natale colpita da una tragedia per il crollo del tetto di un centro sportivo che ha causato la morte di 13 persone.

Nella ripresa Immobile e compagni ci provano a riequilibrare il match ma il raddoppio di Thuram spegne le speranze di rimonta biancocelesti e lancia la prima vera fuga scudetto interista che vola a +4 punti sulla Juventus fermata dal Genoa a Marassi.

Un po’ a sorpresa Sarri manda in campo Kamada nel centrocampo della Lazio. Non c’è Luis Alberto. Confermato il tridente con Immobile, Felipe Anderson e Zaccagni. In difesa Gila e non Patric. Inzaghi manda in campo Bisseck sulla linea difensiva e in attacco ritrova la coppia Lautaro-Thuram. Gioca Darmian a destra e Dimarco a sinistra.

Adotta Abitare A

La prima accelerazione è dell’Inter con Thuram che attacca la profondità e calcia, la sua conclusione viene deviata in angolo.
Poi si fa viva anche la Lazio dalle parti di Sommer con Zaccagni e Kamada per un avvio di partita con diversi capovolgimenti di fronte anche le due squadre sono mancate al momento della conclusione a rete.

Alla mezz’ora arriva la prima vera palla gol per la Lazio con Immobile: cross dalla sinistra di Zaccagni per il centravanti che schiaccia di testa il pallone fuori vicino al primo palo.

Quando il primo tempo sembra destinato a terminare in parità l’Olimpico biancoceleste resta attonito per un incredibile svarione difensivo di Marusic che nel tentativo di servire all’indietro Provedel mette in moto Lautaro che dribbla il portiere della Lazio e poi accompagna la palla fin quasi dentro la porta per il vantaggio nerazzurro.

Un gol che l’argentino griffa con una dedica sulla maglietta mostrata durante l’esultanza: il pensiero dell’attaccante nerazzurro va alla tragedia di Bahia Blanca, la sua città natale, dove è crollato il tetto di un centro sportivo durante una gara di pattinaggio causando la morte di 13 persone.

Parte la ripresa con la Lazio che prova a spingere a caccia del gol del pari, ma l’Inter resta molto solida nella sua fase difensiva ed è costantemente pericolosa con Lautaro che attacca la profondità.

Al 60′ Provedel è provvidenziale nell’uscita per fermare l’attaccante argentino vicinissimo alla doppietta personale. Prima sostituzione per la squadra di Sarri che manda in campo Luis Alberto al posto del giapponese Kamada, ma passano pochi istanti e l’Inter trova il raddoppio con Thuram che chiude il match: micidiale ripartenza dell’Inter con un break di Barella che prova a mettere in moto Lautaro, sulla palla di ritorno ancora Barella serve Thuram, conclusione in diagonale e Provedel è ancora battuto.

Per il resto la Lazio prova a reagire esponendosi alle terribili ripartenze nerazzurre a sfiorare più volte il 3-0. Il tutto in un match ormai segnato con la festa dell’Inter per la prima fuga scudetto già sotto l’albero a impreziosire il miglior Natale dei tifosi nerazzurri da primi in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati