L’immondizia invade i quartieri della Capitale

Sequestrata dalle Fiamme Gialle una discarica in via Selva Candida
di Serenella Napolitano - 27 Dicembre 2013

Nemmeno la Capitale è esente dal conservare l’immondizia fuori dal cassonetto e a deliziare di questa insana abitudine, questa volta, sono stati i maiali di Roma Nord.

E non distante da li in via di Selva Candida una discarica”a cielo aperto” è stata sequestrata dai finanzieri del comando provinciale di Roma, in quanto all’interno erano stoccati detriti e materiale ferroso, ma anche numerose carcasse di autovetture ed elettrodomestici. L’avvistamento dall’alto da parte di un velivolo del servizio aereo di Pratica di Mare, ha permesso ai baschi verdi del gruppo pronto impiego a far scattare le indagini, che, dopo aver individuato l’area, hanno provveduto ad un sopralluogo, con la collaborazione dei tecnici dell’Agenzia regionale prevenzione ambientale.

villaggio prenestinoDa quanto emerso dalle verifiche dei finanzieri, nel sito, nella disponibilità di un’impresa attiva nel commercio all’ingrosso di rottami metallici, veniva da tempo svolta l’attività di demolizione degli autoveicoli e di commercio delle parti di motore e di carrozzeria, sebbene il titolare fosse sprovvisto dell’autorizzazione di gestione di rifiuti speciali prevista dalla normativa ambientale. Durante la ricognizione, sono stati trovati anche elettrodomestici, scarti da lavorazione edile, materiale ferroso di vario genere, abbandonati senza alcuna cautela sull’erba insieme a motori, catalizzatori, pneumatici e intere carcasse d’auto.

Per scongiurare la possibile contaminazione delle acque che si trovano nelle immediate vicinanze della discarica, sono state avviate le procedure per la loro bonifica a cura del responsabile, che è stato denunciato all’autorità giudiziaria di Roma per gestione di discarica abusiva di rifiuti speciali e non. Il sequestro ha riguardato un terreno di circa 6mila mq.

serpentareIntanto le lamentele dei cassonetti stracolmi giungono anche da altri quartieri di Roma, come Villaggio Prenestino, Lunghezza, Castelverde. Non va bene neanche sui marciapiedi del quartiere Serpentara. E intanto il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando dichiara concluso lo stato d’emergenza per i rifiuti della Capitale, che ovviamente potrebbe restare sull’orlo del collasso.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti