Marinelli Design Group una storia di famiglia per le famiglie di Colli Aniene

Da 33 anni in via Vito Giuseppe Galati 58 l’arte di arredare casa
Vincenzo Luciani - 19 Luglio 2021

Quella di Marinelli Design Group è una storia di famiglia, per le famiglie, nata 33 anni fa per mezzo dei fratelli Marinelli (prima generazione) con nome ‘2M Mobili e Arredamenti’.

Come tutte le aziende che nascono dalla volontà familiare di impresa, l’attività si trasforma, prende nuovo respiro, si amplia, nel solco di un’evoluzione generazionale. Fondatori dell’impresa sono stati Claudio Marinelli e Simona Riolo, i titolari attuali sono Christian Marinelli e Manuel Marinelli. E questa è l’intervista realizzata presso la sede in Via Vito Giuseppe Galati, 58

Christian e Manuel Marinelli con Valter Scavolini (presidente di Scavolini Spa)

Com’è nata la ditta e come si è sviluppata nell’arco di questi primi 33 anni?

Nasce in Via Vito Giuseppe Galati, 58, come plurimarca e ancora vanta una grande esposizione per l’arredo di tutta la casa. L’attività enumera progetti effettuati in tutta Italia, come innumerevoli partecipazioni, a Roma e non, a mostre e allestimenti: sempre vicina alle esigenze di chi fa casa per la prima volta o la ristruttura. Nel 2021 avviene il passaggio di testimone dei fratelli Marinelli alla seconda generazione, i quali, forti dell’esperienza maturata in famiglia, conoscono bene il mondo dell’arredamento e del design.

Marinelli Design Group è rivenditore autorizzato Scavolini e, non a caso, mantiene ben due store monomarca di quest’ultima: lo Scavolini Store Roma Tuscolana e lo Scavolini Store Roma Trionfale.

Chi si avvicina ai nostri store monomarca, spesso e volentieri, completa l’arredamento presso lo storico plurimarca di Colli Aniene.

Infatti, l’altra nostra passione è per i living e gli arredi notte: tante progettazioni di camerette e camere da letto patronali, ad esempio a marchio Moretti Compact, Tomasella o Colombini, possono ricondursi alla mano sapiente di progettisti in azienda. Inoltre, anche Scavolini adesso permette l’arredo di open space e loft con la soluzione a scomparsa Box Life e armadiature di gran design e pregio.

Adotta Abitare A

Quali le ragioni del successo della ditta?

L’empatia con il cliente. L’accostarsi alle sue esigenze e spiegare lui tutte le novità in materia di design. Vantiamo architetti, designer e venditori professionisti, in tutti e tre i nostri punti vendita, che lavorano nel campo da anni.

Come ricordate il quartiere al momento della fondazione della ditta?

Lo ricordiamo pieno di gente e di vita. Tanti bambini che giocavano per strada. Tanto bel movimento. Anche e soprattutto la piccola Chiesa temporanea accanto al grande bar di via Galati. Un ambiente più vivo di quello di oggi, insomma…

Come si sono evoluti i comportamenti dei clienti?

Adesso sono anch’essi molto più preparati su materiali e genere di composizioni. Sanno cosa vogliono e noi siamo ben felici di aiutarli nell’impresa di arredare casa.

L’aspetto che oggi può creare problematiche è il seguente: spesso in virtù di una conoscenza, maturata sui social o via internet, mediamente approfondita ma non professionale, i clienti pensano di aver ben chiaro il progetto finale. Nondimeno, la progettazione necessita di molti accorgimenti architettonici, i quali devono essere spiegati al consumatore step by step, dai nostri professionisti.

Cosa si dovrebbe fare oggi nell’ambito commerciale e nel quartiere?

Avere a cuore tutte le realtà del circondario, con particolare attenzione a quelle in crescita e animate da giovani. Gli stessi ragazzi, che anni addietro, in un quartiere più vivace, giocavano per strada.

Il problema è soprattutto di decentralizzazione dei negozi fornitori di bene di consumo: sta morendo il negozio di quartiere, lasciando spazi a grandi magazzini depersonalizzanti. Bisogna ritornare per le strade adiacenti alle nostre case, per socializzare, comprare dal vicinato, allo stesso buon prezzo che nei grandi centri; solo così anche il quartiere e il valore delle nostre abitazioni potrà crescere. Meno capannoni di smisurati ettari e più grandi e piccoli negozi a pochi passi dal proprio portone.

Con questa sensibilità ci si guadagnerà sicuramente di più tutti.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti