Oltre 700 al via della Corsa del Ricordo

Domenica 11 febbraio alle ore 9.00 la partenza dell'XI edizione della gara in Via Oscar Sinigaglia

Saranno oltre 700, fra atleti competitivi, atleti degli EPS (che daranno vita ad una corsa nella corsa di 10 km non competitiva), amatori che correranno i 3.5 km della corsa aperta a tutti, e marciatori protagonisti del Trofeo Tokyo 1964, a presentarsi ai nastri di partenza dell’XI Edizione della Corsa del Ricordo di Roma che, come tradizione prenderà il via domani, domenica 11 febbraio 2024, alle ore 9.00 da via Oscar Sinigaglia, nel cuore del quartiere Giuliano Dalmata e si dipanerà sull’ormai consueto percorso che attraverserà la città militare della Cecchignola.

Un’edizione particolarmente sentita quella del 2024 che si incastona nell’ambito delle tante manifestazioni organizzate della Capitale ed in tutta Italia per il Giorno del Ricordo e che vedrà al via e al traguardo numerose autorità sportive e politiche le quali, al termine della gara, deporranno una corona di fiori davanti alla stele dedicata a coloro che dopo la fine della seconda guerra mondiale furono costrette al lasciare le loro case e a iniziare una nuova difficile vita in tutta Italia.

La Corsa del Ricordo ha assurto un ruolo davvero importante nel quadro delle commemorazioni del Giorno del Ricordo tanto da avere ottenuto quest’anno il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ne certifica l’autentico valore, sportivo, culturale e storico.

In occasione della Corsa del Ricordo di domani, nell’area adiacente al traguardo, sarà posta una panchina azzurra per ricordare gli atleti esuli giuliano-dalmati. La panchina riporta Immagini dipinte a mano raffiguranti Nino Benvenuti, Abdon Pamich, Ottavio Missoni. L’iniziativa ha l’approvazione e il sostegno del Municipio di Roma IX ed è promossa da: A.S. Giuliana, Società di studi fiumani- Archivio Museo di Fiume e dall’Anvgd Roma. Autore della panchina e delle immagini è l’artista Massimiliano Bernardi.

Dar Ciriola

“Ci abbiamo creduto 14 anni fa, quando la legge e l’istituzione del Giorno Ricordo da soli non erano sufficienti per cancellare l’assordante silenzio sulla tragedia delle foibe e sull’esodo Giuliano Dalmata, aver intuito che lo sport poteva essere un potente veicolo per riscrivere i libri di storia, ci ha portato fino a qui. La Corsa del Ricordo è oggi un evento non soltanto sportivo ma un momento di riflessione e di unione per chi corre e per i tanti che partecipano alla manifestazione offrendo il loro contributo emotivo e culturale. Un ringraziamento ai media che hanno fatto da cassa di risonanza e che ci hanno dato visibilità recependo con noi il valore del messaggio che portiamo avanti da anni. Domani saremo in tanti in Via Oscar Sinigaglia, runners, istituzioni politiche e sportive, associazioni, cittadini del quartiere che ha ospitato la prima generazione di esuli. Tutti insieme per non ricordare quello che molti hanno voluto colpevolmente tenuto nascosto per anni. Ci auguriamo che domani sia una grande giornata per tutti” . Ha sottolineato Roberto Cipolletti organizzatore della manifestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati