Categorie: Sport
Municipi: ,

Palermo-Lazio 0-1. Aspettando il derby

Squadra corsara in Sicilia dove raccoglie la sesta vittoria nelle ultime nove gare. Decide la rete di Milinkovic e domenica prossima c’è la stracittadina

La Lazio non si ferma più ed a una settimana dal derby affonda a domicilio anche il Palermo. Nell’anticipo dell’ora di pranzo della 14^ giornata della Serie A Tim in terra siciliana, al 31’ del primo tempo, decide la sfida fra biancocelesti e rosanero una rete di Milinkovic-Savic.

squadrUna vittoria meritata, la sesta nelle ultime nove gare e ben quattro nelle ultime cinque che proiettano la squadra di Inzaghi al quarto posto in classifica, a soli due punti dal secondo occupato dalla Roma, avversario della Lazio proprio nella prossima giornata quando nella Capitale andrà in scena un derby di alta classifica tutto da gustare.

Primo tempo – La Favorita di Palermo per Inzaghi evoca dolci ricordi infatti la sua avventura sulla panchina della Lazio dei grandi iniziò proprio nel campionato scorso nella sfida siciliana contro il Palermo, all’indomani della pesante sconfitta nel derby che costò la panchina a Pioli. Una stagione dopo al Barbera si presenta una Lazio decisamente più in salute con molte più certezze in vista di una nuova stracittadina. Il tridente d’attacco laziale di certo è una sicura garanzia: Immobile, Keita e Felipe Anderson. Tre che ben presto diventano l’incubo dei rosanero. Al 21’ Ciro Nazionale con un gran tiro al volo colpisce la traversa.

goalDa quell’occasione in poi in campo c’è solo la Lazio. Al 31’ infatti arriva il meritato vantaggio di Milinkovic-Savic, un goal decisivo per la vittoria dei capitolini. La rete nasce da una percussione di Basta, su invenzione di Felipe Anderson, sulla destra che in area serve l’assist vincente per il connazionale. Subita la rete il Palermo si chiude a riccio e la Lazio, nonostante il predominio del campo, non riesce a trovare la rete del raddoppio.

unnamed-39Secondo tempo – Il Palermo prova a reagire al dominio laziale del primo tempo. La prima mossa di De Zerbi è quella di richiamare in panca un nervoso Diamanti, per inserire al suo posto Quaison. La mossa sembra essere azzeccata perche i padroni di casa si muovono con più decisione in avanti. La Lazio dal suo canto si difende ottimamente ed ha a disposizione ampie praterie le quali però non vengono sfruttate al meglio dal trio delle meraviglie biancocelesti. Alla Lazio infatti manca un po’ di cattiveria per chiudere definitivamente il match. Poi il pensiero vola via al derby ed Inzaghi richiama in panchina Felipe Anderson il quel era diffidato e rischiava di dover saltare la stracittadina. Al posto del brasiliano entra Djordjevic . A dieci minuti dal termine Inzaghi richiama in panca anche Keita per inserire il giovane Lombardi. Proprio l’ex Primavera è il protagonista di un interessante contropiede ma stoppato dal placcaggio, stile rugby, di Gonzalez. Un intervento proprio senza senso che infatti costa il rosso diretto al difensore di casa. La gara poi non ha altri sussulti, nonostante la superiorità numerica dei capitolini.

PAGELLE

formaLAZIO

Strakosha 6.5 – Mostra la sicurezza dei grandi, se al derby Marchetti non ce la dovesse fare lui è pronto e visto il suo rendimento i tifosi della Lazio saranno sicuramente meno in ansia.

Basta 6.5 – Con la condizione che cresce il suo rendimento si avvicina al top. Proprio il terzino serbo dopo la mezzora serve l’assist per Milinkovic-Savic nell’azione del goal che decide l’incontro.

Wallace 7 – Sempre più una sicurezza, da riserva a titolare inamovibile e viste le sue prestazioni chi ora gli sta dietro dovrà dimostrare tanto di più per togliergli la maglia da titolare.

Radu 6 – Da centrale si muove abbastanza bene, rischia solo nella ripresa con un intervento in extremis su Quaison.

Lulic 6 – Il serbo corre tanto, soprattutto in questa gara che Inzaghi lo schiera da terzino. Nella ripresa viene sostituito per risparmiargli energia preziose in vista del derby  (64′ Lukaku 6 – Al rientro dopo il lungo infortunio, gioca i minuti che ha a disposizione con ordine).

Parolo 6.5 – Buona gara per l’azzurro, va vicino anche al goal ma sulla sua strada trova l’ottimo intervento di Posavec.

Biglia 7 – Assoluto leader del centrocampo biancoceleste, metronomo indispensabile per la manovra laziale.

Milinkovic-Savic 7.5 – Un vero gigante, con la sua tecnica e soprattutto con il suo fisico è un elemento preziosismo per questa gara e sicuramente per il prossimo derby.

Felipe Anderson 7 – E’ tornato ad incantare, il goal della Lazio nasce da una sua invenzione per Basta (68′ Djordjevic 6 – Tiene alta la squadra negli ultimi venti minuti di gioco).

Immobile 6.5 – La prima occasione da goal della gara è la sua, gioca con molta generosità. Un ottimo match per lui nel quale gli manca solo la gioia del goal.

Keita 6.5 – Un pericolo costante per la retroguardia rosanero (81′ Lombardi 6.5 – Dieci minuti a disposizione giocati con la sua solita cattiveria, un vero esempio anche per i giocatori più anziani).

Simone Inzaghi 7 – Da Palermo a Palermo, la Serie A ha scoperto un allenatore di tutto rispetto che con il lavoro ha spazzato via tutti gli scetticismi. Arriva al derby nella migliore condizione mentale e fisica possibile.

PALERMO

Posavec 6.5, Goldaniga 5.5 (Lo Faso sv), Gonzalez 4.5, Andelkovic 5.5, Morganella 5, Henrique 5 (Bouy 6), Jajalo 5.5, Chochev 5, Aleesami 5.5, Diamanti 4.5 (Quaison 6.5); Nestorovski 5.5. All. De Zerbi 5.

Arbitro: Guida (sez. Torre Annunziata) 6.5.

TABELLINO

Palermo-Lazio 0-1

Marcatori: 31′ Milinkovic (L)

PALERMO (3-5-1-1): Posavec; Goldaniga (80′ Lo Faso), Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Henrique (54′ Bouy), Jajalo, Chochev, Aleesami; Diamanti (46′ Quaison); Nestorovski. A disp. Fulignati, Guddo, Rispoli, Pezzella, Cionek, Vitiello, Hiljemark, Gazzi, Sallai. All. Roberto De Zerbi.

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Basta, Wallace, Radu, Lulic (64′ Lukaku); Parolo, Biglia, Milinkovic; Felipe Anderson (68′ Djordjevic), Immobile, Keita (81′ Lombardi). A disp. Vargic, Borrelli, Patric, Bastos, Hoedt, Vinicius, Leitner, Cataldi, Murgia. All. Simone Inzaghi.

Arbitro: Guida (sez. Torre Annunziata). Ass: La Rocca-Tasso. IV: Tegoni. Add: Tagliavento-Sacchi.

NOTE. Ammoniti: 14′ Lulic (L), 41′ Goldaniga (P), 42′ Diamanti (P), 75′ Bouy (P) Espulsi: 86′ Gonzalez (P). Recupero: 1′ pt; 3′ st.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati