Papa Francesco protagonista della festa per la “Benedizione dei Bambinelli”

Domenica 15 dicembre torna il tradizionale appuntamento che accompagna i preparativi per il Natale
La Redazione - 9 Dicembre 2013

Torna il tradizionale appuntamento che, da oltre 40 anni, accompagna i preparativi per il Natale degli oratori, delle parrocchie e delle famiglie romane: la Benedizione dei Bambinelli in Piazza S. Pietro prevista per domenica 15 dicembre. Quest’anno, per la prima volta, i bambini e i ragazzi di Roma, potranno far festa insieme a Papa Francesco e chiedergli la sua paterna benedizione per le immagini dei Bambinelli che deporranno nei loro presepi la notte di Natale. La storia di questo gioioso appuntamento, che da anni caratterizza il Natale dei romani e dei tanti fedeli presenti in piazza S. Pietro, è sbarcata recentemente anche negli USA attraverso una bella favola natalizia per bambini “Bambinelli Sunday. A Christian Blessing“ proposta da Amy Welborn.

bambinelliDomenica 15 dicembre, migliaia di bambini e ragazzi, convocati dal Centro Oratori Romani (COR), si raduneranno di prima mattina, insieme ai loro sacerdoti, a catechisti, genitori e nonni, nella Basilica Vaticana per una S. Messa celebrata da S. Em. il Card. Angelo Comastri, arciprete della Basilica papale. Successivamente tutti si sposteranno sulla grande piazza del Bernini, in una speciale area riservata dove giovani ed esperti animatori li intratterranno prima dell’Angelus di Papa Francesco con canti tradizionali natalizi e momenti di gioiosa animazione attendendo l’agognata benedizione del Pontefice.

La storia di questo evento comincia con Papa Paolo VI che nel dicembre 1969, per la prima volta, impartì la benedizione alle statuine del presepe portate dai romani in piazza. Successivamente anche Giovanni Paolo II e Benedetto XVI lo hanno reso un appuntamento fisso nel calendario d’Avvento dedicando spesso uno speciale saluto ai tantissimi bambini e fedeli presenti nella piazza per questa occasione. Quest’anno sarà Papa Francesco a ripetere questo gesto in un momento di festa con i bambini romani che non avuto ancora occasione di incontrare così numerosi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti