Porto-Lazio 2-1
Categorie: Sport
Municipi: ,

Porto-Lazio 2-1: qualificazione ancora aperta

La qualificazione agli ottavi di Europa League si decide all'Olimpico. Cronaca, pagelle e tabellino

Una Lazio spuntata senza Immobile è uscita sconfitta da Oporto, nell’andata degli spareggi di Europa League.

Rispetto al ko di Milano in Coppa Italia il 2-1 quello contro il Porto lascia aperta la porta alla qualificazione al turno successivo, che si deciderà all’Olimpico nel match del 24 febbraio 2022.

Rimonta subita

In terra portoghese la Lazio era riuscita anche a portarsi in vantaggio con il bel goal di Zaccagni ma poi si è fatta rimontare dai due goal di Toni Martinez che hanno deciso il match. All’Olimpico ora servirà vincere la gara con un goal in più anche perché da quest’anno viene meno la regola del goal in trasferta che vale doppio.

Porto-Lazio 2-1Perciò con l’ipotetico 1-0 per i biancocelesti all’Olimpico la qualificazione si deciderà ai supplementari. Nel ritorno la Lazio oltre al sostegno del pubblico potrà contare su un Immobile in più che a causa della febbre non ha potuto disputare questo match.

Il problema vero che Sarri deve pregare ogni volta sulla piena integrità del suo bomber perché in rosa non c’è un vero sostituto.

Il falso nueve non funziona

L’esperimento del falso nueve non funziona, almeno in questa squadra perché nessuno degli esterni a disposizione del tecnico riescono a sopperire alla mancanza di Immobile.

Porto-Lazio 2-1Ad Oporto in quel ruolo è stato provato Felipe Anderson che ha giocato una partita totalmente anonima e probabilmente per mancanza di alternative il brasiliano dovrà giocare in quel ruolo anche ad Udine.

Il paradosso è che ora l’ambiente laziale rimpiange Muriqi che nel giro di tre settimane è diventato un idolo in Spagna. Almeno il kosovaro, con tutti i suoi limiti, è un attaccante puro, cosa che non è Cabral che è stato acquistato al suo posto.

Le pagelle di Porto-Lazio 2-1

LAZIO

Strakosha 6 – Ha subito due goal dove difficilmente poteva metterci una pezza.

Marusic 6 – Ha fatto il suo, anche in fase difensiva.

Luiz Felipe 4 – Il difensore dopo quella di Milano è incappato in un’altra serata storta che ha vanificato il vantaggio iniziale di Zaccagni.

Patric 5 – Non hai mai dato la sensazione di tenere la situazione sotto controllo.

Radu 5 – Se la Lazio è costretta a schierarlo titolare in una gara decisiva come questa un problema di rosa lo ha.

72′ Hysaj 6 – Ha perso il posto da titolare.

Milinkovic 6 – È andato vicino al 2-0 ed in seguito, consapevole della sua forza, ha voluto strafare.

Leiva 6 – Finché le gambe hanno retto ha fatto filtro correttamente a centrocampo.

68′ Cataldi 6 – Il cambio è servito per ridare fiato a Leiva, che in precedenza era stato toccato duro da un avversario.

Luis Alberto 5.5 – Un passo indietro rispetto a Bologna. Non è riuscito quasi mai ad incidere sulla gara.

83′ Basic sv.

Porto-Lazio 2-1Pedro 6 – Nel primo tempo ha dato vivacità all’attacco, anche se non è riuscito mai ad andare alla conclusione.

83′ Cabral sv.

Felipe Anderson 5 – Nel ruolo che è di Immobile non ha combinato nulla. Qualche cosa di buono l’ha fatta vedere quando si è spostato sulla fascia ed è riuscito ad andare nell’uno contro uno.

Zaccagni 7 – L’ex Verona è in uno stato di grazia ed ogni pallone che tocca diventa oro. Con il suo goal aveva illuso ma in ogni caso è servito a tenere aperto il discorso qualificazione.

83′ Moro sv.

All. Maurizio Sarri 6 – La Lazio paga la rosa corta. Il mister fa quello che può. Quella biancoceleste è una squadra forte in 13/14 elementi, che non hanno cambi all’altezza. Purtroppo solo la Società si ostina ad ignorare i limiti di questa squadra ed anzi non smette mai di lodarsi (Tare) per quello che non fatto in sede di mercato.

PORTO

Diogo Costa 6; Joao Mario 6.5 (88′ Bruno Costa sv), Mbemba 6, Pepe 6.5, Zaidu 6; Otavio 6, Grujic 5 (46′ Galeno 7), Uribe 6.5; Fabio Vieira 5.5 (46′ Vitinha 6.5), Toni Martinez 7.5 (69′ Evanilson 6), Pepe 6.5 (88′ Eustaquio sv). A disp.: Claudio Ramos, Fabio Cardoso, Marcano, Taremi, Francisco Conceicao, Ruben Semedo, Borges. All.: Sergio Conceicao 7.

Arbitro: Serdar Gözübüyük (TUR) 6.5.

Il tabellino di Porto-Lazio 2-1

Marcatori: 23′ Zaccagni (L), 37′, 49′ Toni Martinez (P).

PORTO (4-3-3): Diogo Costa; Joao Mario (88′ Bruno Costa), Mbemba, Pepe, Zaidu; Otavio, Grujic (46′ Galeno), Uribe; Fabio Vieira (46′ Vitinha), Toni Martinez (69′ Evanilson), Pepe (88′ Eustaquio). A disp.: Claudio Ramos, Fabio Cardoso, Marcano, Taremi, Francisco Conceicao, Ruben Semedo, Borges. All.: Sergio Conceicao.

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Marusic, Luiz Felipe, Patric, Radu (72′ Hysaj); Milinkovic, Leiva (68′ Cataldi), Luis Alberto (83′ Basic); Pedro (83′ Cabral), Felipe Anderson, Zaccagni (83′ Moro). A disp.: Reina, Furlanetto, Floriani M., Kamenovic, Akpa Akpro, Andrè Anderson, Romero. All.: Maurizio Sarri.

Arbitro: Serdar Gözübüyük (TUR). Assistenti: Joost van Zuilen (NED) – Johan Balder (NED). IV: Jeroen Manschot (NED). V.A.R.: Pol van Boekel (NED). A.V.A.R.: Dennis Higler (NED).

NOTE: Ammoniti: 4′ Grujic (P), 39′ Milinkovic (L), 45′ Fabio Vieira (P), 72′ Galeno (P), 73′ Evanilson (P), 78′ Zaccagni (L). Recupero: 2′ pt, 4′ st.

Porto-Lazio 2-1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati