Race for the Cure, dal 4 al 7 maggio 2023 al Circo Massimo

Oltre 1000 studenti coinvolti nella manifestazione per la lotta ai tumori del seno

Dal 4 al 7 maggio 2023 la Race for the Cure torna al Circo Massimo la più grande manifestazione del mondo per la lotta dei tumori del seno che coinvolge Roma e, in diversi periodi dell’anno, altre cinque città italiane: Bari, Bologna, Brescia, Napoli Matera.

Negli ultimi 23 anni, grazie all’evento simbolo della Komen Italia  è stato possibile avviare nel nostro Paese oltre 1500 nuovi progetti di ricerca, prevenzione e sostegno alle donne che vivono l’esperienza di un tumore del seno.

Roma Capitale partecipa attivamente all’appuntamento della solidarietà aperto a tutti, sostenendo la campagna di comunicazione di Komen Italia. L’Assessorato e il Dipartimento Scuola, Lavoro e Formazione prenderanno parte alla corsa con una squadra comunale. Quasi triplicata anche la presenza di bambini e bambine al villaggio della Race: saranno 1100.

Sono stati programmati incontri nel Centro di Formazione Professionale Teresa Gullace (4 aprile), nell’ITS Pascale (13 aprile) e IIS De Sanctis (19 aprile) finalizzati a sensibilizzare i ragazzi e le ragazze sui temi della salute, della salute di genere e della prevenzione.

Parlare di tumore al seno, di prevenzione e di salute di genere non è mai scontato – ha dichiarato l’Assessora alla Scuola, Lavoro e Formazione Claudia Pratelli – e farlo coinvolgendo i ragazzi e le ragazze delle scuole, nei seminari, come nel grande e bellissimo villaggio al Circo Massimo, assume un significato ancora più importante”.  “Significa agire su un approccio culturale che negli ultimi anni si sta trasformando – ha spiegato ancora Pratelli – e che è fondamentale insegnare e trasmettere alle nuove generazioni. La medicina di genere è un approccio che ha a che vedere con le diseguaglianze di salute, ma anche con le diseguaglianze sociali, culturali e perfino di provenienza. Si tratta di una questione davvero centrale che questo appuntamento ci consente di affrontare su grandissima scala. Vogliamo che la città dunque, tutta intera, si senta coinvolta nella Race for the cure, perché quello che attraverso la corsa e il villaggio stiamo promuovendo è un’idea di uguaglianza e parità”. 

La prevenzione non può essere un lusso, ma deve diventare una concreta possibilità veramente alla portata di tutte e di tutti. Per questo abbiamo messo a disposizione il percorso più suggestivo tra la storia di Roma e sostenuto la campagna di comunicazione di Komen Italia per la Race For The Cure attraverso i canali istituzionali e social. Per diffondere un messaggio di prevenzione e di attenzione alla salute. Il cuore di Roma si colorerà di rosa in nome dello sport e della salute. Un messaggio importante che potrà essere d’aiuto a molti, offrendo gli screening gratuiti nel villaggio allestito al Circo Massimo e invitando le donne e non solo a sottoporsi a controlli periodici e approfonditi per la prevenzione. Lo sport si dimostra una volta ancora il veicolo più efficace per sensibilizzare le persone alla cura del proprio corpo”. ha affermato Alessandro Onorato assessore allo Sport, ai Grandi Eventi, al Turismo e alla Moda.

Ulteriori informazioni sul sito ufficiale della manifestazione .


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati